Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 11 Febbraio 2016

Gioia per i cinefili, e in particolare quelli più retrò che hanno fremiti di indescrivibile euforia davanti ai classici: "Il falcone maltese" di John Huston, infatti, tornerà nelle sale per il suo 75° anniversario

Il falcone maltese

Gioia per i cinefili, e in particolare quelli più retrò che hanno fremiti di indescrivibile euforia ogni qualvolta un classico sia proiettato sul grande schermo. E il classico in questione, stavolta, è immenso: niente di meno che Il falcone maltese di John Huston, giustamente considerato uno dei noir più belli mai realizzati nella storia del cinema.

Basato sull'omonimo romanzo di Dashiell Hammett, la pellicola segnò il debutto registico di Huston: al centro della narrazione, un detective (Humphrey Bogart in persona, signore e signori!) alle prese con tre loschi individui in cerca di un oggetto di grande valore, aka una statua a forma di falco. Bogart da solo varrebbe già la visione dell'opera, ma con lui nell'avventura ci sono anche Mary Astor, Gladys George, Peter Lorre e Sydney Greenstreet, tutti volti perfetti che parrebbero nati apposta per immortalarsi in un genere come il noir.

Alla sua uscita nel 1941, la reazione fu di entusiasmo. Scriveva Variety: “Svelando un intrigante mistero, la pellicola dimostra eccellenza nella scrittura, regia, recitazione e montaggio”. Per il New York Times, invece, si trattò del “Miglior thriller della stagione”. A seguire, tre candidature agli Academy Awards: Miglior Film, Miglior Attore Non Protagonista (Greenstreet) e Miglior Sceneggiatura Non Originale. 

Attualmente, Il falcone maltese è inserito in svariate classifiche dell'American Film Institute: lo troviamo, ad esempio, al n°31 tra i film più belli di sempre e al n°6 fra i mystery migliori. 

[Leggi anche: Da "Serpico" di Lumet a "La conversazione" di Coppola: I migliori noir degli anni '70]

A rilanciarlo nelle sale, in occasione del suo 75° anniversario, è la Fathom Events e la Turner Classic Movies, che lo porterà in oltre 650 schermi il 21 e 24 febbraio. La speranza, chiaramente, è che l'iniziativa venga poi proposta anche in Italia. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box