Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 16 Ottobre 2014

Joe Dante, fan del padre del gotico italiano, sarà presente alla proiezione della versione restaurata di "Operazione paura": il film di Bava, snobbato negli anni '60 da pubblico e critica, è ora considerato una pietra miliare del cinema di genere

Operazione paura

Per il centenario della nascita di Mario Bava (31 luglio 1914), Cineteca Nazionale presenta il restauro di uno dei classici del cinema gotico italiano, Operazione paura (1966), noto nel mondo con il titolo internazionale Kill, Baby, Kill! Il film, restaurato in digitale da Cineteca Nazionale in collaborazione con l’avente diritto Euro Immobilfilm, sarà proiettato la serata inaugurale del Festival Internazionale del Film di Roma, giovedì 16 ottobre 2014 alle ore 22, alla presenza del regista Joe Dante, storico fan di Mario Bava, che venne a mancare il 25 aprile 1980 lasciando una pesantissima eredità nella generazione successiva degli autori di genere, un'eredità probabilmente mai raccolta del tutto.

Operazione paura fu minato, durante la produzione, dalla scarsezza del budget e condizionato nel titolo da altre produzioni di successo al botteghino come Operazione San Gennaro: una distribuzione superficiale ne condizionò il successo di pubblico e relegò il film nel dimenticatoio per anni. La riscoperta del valore di Bava portò all'automatica rivalutazione della pellicola, diventata poi un simbolo del gotico horror italiano oltre che fonte di ispirazione per registi del calibro di David Lynch e Federico Fellini, che ne trasse suggestioni per il suo mediometraggio Toby Dammit, episodio del film Tre passi nel delirio.

[Ti può interessare: Mario Bava. I mille volti della paura]

Joe Dante avrà così l'occasione di presenziare alla proiezione di un capolavoro di colui che il regista americano considera un maestro e, probabilmente, che l'allievo non è mai riuscito a superare. Gli ultimi sforzi di Dante sono Monster Love e Burying the Ex: l'autore del successo planetario Gremlins non è mai stato apprezzato al 100% dai fan dell'horror a causa del suo continuo strizzare l'occhio alla commedia e allo sketch.

[Leggi anche: Festival di Roma 2014 - Retrospettive e restauri: Il cinema gotico italiano]

In occasione della proiezione, verrà presentato il volume fuori commercio Gotico italiano. Il cinema orrorifico 1956- 1979, a cura di Steve Della Casa e Marco Giusti, edito dal Centro Sperimentale di Cinematografia.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box