Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 5 Febbraio 2017

Da "A.I. - Intelligenza artificiale" a "Star Wars: La minaccia fantasma", ecco alcuni ottimi film purtroppo poco apprezzati dal pubblico

Star Wars: La minaccia fantasma

Ottimi film ma purtroppo poco apprezzati dal pubblico. Un primo esempio? A.I – Intelligenza artificiale, che molti spettatori considerano uno Spielberg minore, se confrontato con gli altri successi del regista. Eppure, ad oggi il film rimane uno dei più evocativi di Steven, carico di commozione e scene memorabili, e basti per tutte il finale col nostro protagonista immerso nell'acqua. Ok, non è “immediato” quanto E.T – L'extraterrestre, ma pensiamo non abbia proprio nulla da invidiargli. 

Che dire, poi, di Star Wars: La minaccia fantasma di George Lucas? La diatriba è aperta da un pezzo, dato che per molti fan trattasi del peggior capitolo della saga. Non per noi, che ci abbiamo visto ancora una volta tutta l'inventiva e la sfrenata fantasia di Lucas, autentico costruttore di nuovi mondi, galassie, e universi tutti da esplorare. 

Ancora: dopo Le ali della libertà e Il miglio verde, l'audience è rimasta delusa dal terzo film di Frank Darabont, The Majestic. In tutta onestà non ne capiamo proprio il motivo: non solo The Majestic è totalmente coerente con quanto fatto precedentemente dall'autore, ma ci mostra anche un Jim Carrey all'apice della sua carriera. 

Infine, una menzione particolare merita il povero M. Night Shyamalan, che dopo il successo iniziale della sua carriera, si è ritrovato come zimbello di Hollywood per via di opere come Lady in the Water, E venne il giorno e L'ultimo dominatore dell'aria. Noi rimaniamo dell'idea che Shyamalan non abbia mai realizzato un singolo brutto film nella sua carriera, e che questi titoli che abbiamo menzionato altro non abbiano fatto se non portare avanti con sensibilità e intelligenza la poetica dell'autore, ad oggi ancora uno dei cineasti più interessanti del panorama. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box