Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 2 Ottobre 2014

10 titoli che i fan dell'attore non vogliono dimenticare, in puro ordine di preferenza. I classici ci sono tutti? E in che ordine? Anche qualche sorpresa in questo elenco dei migliori film di Tom Hanks, da "Philadelphia" a "Il miglio verde"

Tom Hanks

Rolling Stone ha realizzato un sondaggio tra i suoi lettori su quali fossero i migliori film di Tom Hanks, in occasione del ventesimo anniversario di Forrest Gump, uno dei suoi successi planetari. Vince proprio il film di Zemeckis, mettendo in fila Spielberg e tutti gli altri. Tra gli esclusi C'è post@ per te, The Terminal, Apollo 13 e Era mio padre. Ecco la lista dei film in ordine di preferenza dei fan.

FORREST GUMP (1994) - Zemeckis rispolvera il libro poco letto di Winston Groom edito nel 1986 e ne trae una storia che ha commosso il pianeta e assicurato il secondo premio Oscar consecutivo a Tom Hanks come Miglior Attore Protagonista. La similitudine "la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita" è entrata nella storia. Anche se c'è chi ricorda con più piacere Gary Sinise sulla sedia a rotelle che noleggia prostitute a raffica. Forse non dovrebbe stare al primo posto, ma Forrest Gump è quello che il pubblico vuole davvero.

[Leggi anche: Pif al Giffoni: “Il mio modello? Forrest Gump”]

BIG (1988) - Penny Marshall grassa al botteghino 151 milioni di dollari partendo da un budget di 18. Tom Hanks diventa star planetaria con questo ruolo, tale e quale a quello di Renato Pozzetto nel film Da grande, tanto che si è parlato più volte di una diretta ispirazione.

SALVATE IL SOLDATO RYAN (Saving Private Ryan, 1998) - Spielberg racconta una storia tutta americana nel contesto sanguinoso dello sbarco in Normandia, la cui sequenza iniziale è di un impatto visivo ed emotivo devastante. Tom Hanks è a capo della squadra che deve salvare Ryan.

PHILADELPHIA (1993) - Primo Oscar come Miglior Attore per Tom Hanks in uno dei più bei film drammatici degli anni Novanta, girato da un grande dell'epoca come Jonathan Demme e coronato dalla canzone di Springsteen premiata dall'Academy Streets of Philadelphia.

CAST AWAY (2000) - Forse il primo passo falso della carriera dell'attore. Il film è sopravvalutato e la sua presenza è stato forse l'unico lenitivo contro una regia non all'altezza di Zemeckis. Ciò non tolse una nomination agli Academy per l'attore, ma a trionfare fu il gladiatore Russell Crowe.

BACHELOR PARTY - ADDIO AL CELIBATO (Bachelor Party, 1984) - Simpatico film demenziale che anticipa il clima di American Pie. Poco conosciuto in Italia ma un discreto successo in USA.

IL MIGLIO VERDE (The Green Mile, 1999) - Da Stephen King Frank Darabont trae nuova ispirazione e, dopo Le ali della libertà, dirige un altro classico del filone penitenziario, con Tom Hanks nel ruolo di una guardia carceraria difficile da piegare alla commozione.

L'ERBA DEL VICINO (The Burbs, 1989) - Commedia sui difficili rapporti di vicinato che andava tanto di moda negli anni Ottanta. La regia è di Joe Dante.

JOE CONTRO IL VULCANO (Joe Versus the Volcano, 1990) - La nota da ricordare sul film è la prima apparizione della fortunata coppia Tom Hanks/Meg Ryan.

[Leggi anche: Tom Hanks e Meg Ryan ancora insieme per Ithaca]

CASA, DOLCE CASA? (The Money Pit, 1986) - Una coppia acquista una proprietà a basso prezzo, salvo poi scoprire che le spese di ristrutturazione saranno salatissime. Pellicola di Richard Benjamin prodotta da Spielberg.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box