Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 23 Agosto 2014

Ennesimo regalo dal mondo televisivo: Steven Spielberg è in procinto di sviluppare una serie tv dal suo film "Minority Report", aiutato dallo sceneggiatore Max Borenstein, già penna per l'ultimo "Godzilla". Inutile dire che le attese sono alle stelle

Minority Report diventa una serie tv

Ennesima bomba dall'universo televisivo: Steven Spielberg è in procinto di sviluppare una serie tv tratta da Minority Report, sua celebre pellicola del 2002. Ad accompagnarlo con la sua penna, lo sceneggiatore Max Borenstein, sceneggiatore dell'ultimo reboot di Godzilla per mano di Gareth Edwards. Insomma, certamente non una cosa da poco, considerando che la versione cinematografica del 2002, la quale vedeva Tom Cruise nel ruolo di protagonista, è un'autentica goduria. La storia, come nota, è tratta da Philip K. Dick, ed è ambientata in un futuro dove la polizia ha il potere di arrestare i criminali prima ancora che possano compiere le atrocità, grazie a degli esseri speciali che prevedono il domani. Insomma, un racconto che può benissimo essere dilatato per gli standard delle serie tv, ormai autentica oasi di Hollywood.

Non è certamente la prima volta che Spielberg si cimenta nelle produzioni televisive, basti pensare a Band of Brothers, Under the Dome, Falling Skies, Smash e diverse altre. Mai prima d'ora, comunque, si era buttato nel rifacimento di una propria pellicola. Il celebre cineasta starebbe pianificando d'ingaggiare un nome famoso in veste di protagonista, come ha già fatto con il precedente Extant, che ha come nome di punta il premio Oscar Halle Berry. Certo è che la serie tv di Minority Report non verrà realizzato prestissimo, dato che il regista / produttore dovrà pure dirigere il suo prossimo progetto cinematografico con Tom Hanks, un thriller ambientato durante la Guerra Fredda e la cui sceneggiatura verrà curata dai fratelli Coen. È solamente dopo averlo realizzato che Spielberg potrà finalmente buttarsi su Minority Report, anche se non è ancora chiaro se vestirà solamente i panni del produttore o se girerà personalmente almeno un paio di episodi. 

Bisogna notare che le avventure televisive del regista non hanno quasi mai portato i frutti che hanno promesso, e basti pensare al mega flop di Terra Nova, considerato bruttissimo da molti nerd di serialità. Eppure, Minority Report si aggiunge inevitabilmente alla nostra lista di attesissimi prodotti televisivi delle prossime stagioni, al pari di La casa di Sam Raimi, Wayward Pines di M.Night Shyamalan, One Percent di Inarritu e Sense8 dei Wachowski. In barba ai tanti snob e pseudo puristi che ancora si ostinano ad affermare “non guardo serie tv perchè amo solo il cinema”. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box