Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 18 Maggio 2016

Aperto il bando per partecipare al workshop Black and White Veneto, che sta attualmente cercando 15 artisti suddivisi tra 5 fotografi, 5 filmakers e 5 scrittori, il cui obiettivo sarà raccontare i cambiamenti sociali che stanno accadendo nel Veneto

Black and white Veneto

Aperto il bando per partecipare al workshop Black and White Veneto fino al 20 maggio, che sta attualmente cercando 15 artisti suddivisi tra 5 fotografi, 5 filmakers e 5 scrittori, il cui obiettivo sarà raccontare i cambiamenti sociali che stanno accadendo nel Veneto. L'iniziativa si rivolge principalmente ai giovani under 35 (ma in verità non esistono limiti d'età), provenienti da tutta Italia e intenzionati a indagare il territorio in questione per scovare le più belle ed evocative storie d'integrazione.

A organizzare l'inizativa, Kinocchio – Il cinema in movimento, l’associazione di promozione sociale Kinima, la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Associazione Mimosa, Videozuma e CO+. Il workshop si svolgerà in svariati giorni tra maggio e settembre; tra le attività previste, anche degli incontri con diversi professionisti del settore, tra cui Sergio Basso (regista e documentarista, già assistente di Gianni Amelio), Simone Falso (Aiuto regista di Andrea Segre, oltre che fotografo), Irene Dionisio (vincitrice al Festival dei Popoli con il documentario Splende), Paolo Martino (reporter dal Medio Oriente) e diversi altri appena arrivati. Hanno infatti appena confermato tre grandi nomi come Francesco Piccolo, sceneggiatore di Virzì, Moretti, Soldini, Amelio e scrittore (premio Strega 2014); Antar Mohamed, lo scrittore italo-somalo, co-autore di "Timira" con Wu Ming 2; ed ancora Matteo Oleotto, il regista goriziano di Zoran, il mio nipote scemo, il suo esordio cinematografico, con cui, fra gli altri premi, ha vinto il David come miglior regista esordiente.

[Leggi anche: Online il nuovo bando per Biennale College - Cinema]

Al termine del periodo di ricerca pratica e didattica, i partecipanti pubblicheranno i risultati del loro percorso tramite fotografie, racconti e video. Questi materiali, poi, saranno analizzati e diffusi tramite mostre, proiezioni e quant'altro, in maniera da condividere la somma con tutti gli abitanti del territorio e non. Insomma, affatto male per i giovani in erba là fuori, no? Per maggiori info sull'iscrizione: [email protected] - www.kinocchio.com 

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box