Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 22 Ottobre 2014

Che script preparare quando si ha a disposizione un budget limitato? Visto che ciò succede sempre più spesso, Mario Mucciarelli organizza un corso intensivo di sceneggiatura finalizzato a imparare i trucchi della narrazione per prodotti a basso costo

Mario Mucciarelli organizza un interessante laboratorio intensivo di sceneggiatura per film a basso costo: come scrivere storie per progetti low budget, il tutto in 20 ore complessive divise in 4 incontri da 5 ore, per un totale di 150 euro. Le giornate saranno i sabati e le domeniche dei week-end 25 e 26 ottobre e 8 e 9 novembre, dalle ore 10.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.

Ormai nel mondo dell’audiovisivo i problemi di soldi sono all’ordine del giorno. La cosa riguarda chi dirige e chi produce, ma anche chi scrive. Non si tratta solo di imparare a scrivere copioni che possano essere realizzati con poco. Si tratta di acquisire o sviluppare la mentalità adatta per sopravvivere in un mondo produttivo a basso costo. Dunque, da un lato, si studierà come scrivere storie che possano venire incontro ai problemi di budget occupandosi della drammaturgia specifica dei film a basso costo. Dall’altro, si cercherà di sviluppare delle strategie di sopravvivenza in quanto sceneggiatori in tempi di crisi.

Perché anche sapere cosa si può sacrificare sull’altare del risparmio e su cosa invece bisogna lottare fino all’ultimo fa parte del lavoro di chi scrive. Il corso si rivolge a chi non ha mai scritto una sceneggiatura, a chi vuole scrivere il proprio film a basso, bassissimo o nessun costo, e anche a chi vuole sviluppare le proprie capacità di sceneggiatore in un mondo in cui i soldi sembrano non esserci mai. Perché meno soldi si hanno a disposizione, più la sceneggiatura dev’essere perfetta.

[Leggi anche: Come scrivere una sceneggiatura: aperto il bando Script&Pitch 2015]

ARGOMENTI DEL CORSO

 - Lo sceneggiatore ai tempi del low budget: ovvero, perché nel cinema di oggi è fondamentale, anche per chi scrive, imparare a lavorare in condizioni di limitazione finanziaria.
 - Che cos’è un film low budget: esempi più o meno recenti e analisi delle caratteristiche dei film low budget.
 - Pochi personaggi, pochissime locations: regole di massima dello scrittore low budget.
 - Prima della sceneggiatura: pitch, soggetto, trattamento, scaletta.
 - La “forma sceneggiatura”: impaginazione, tecniche, sfumature.
 - Non essere più realisti del re: perché è importante non studiare solo i film low budget.

Esercizio collettivo. Trasformare un high budget in un low budget. Visione di un brano di un film famoso, meglio se non recentissimo. Analisi del film. E poi… Come si fa a raccontare la stessa storia… se non ci soldi?

 - La scrittura per il cinema come ciclo continuo. La scintilla iniziale, la scrittura, le riscritture, la parola fine… e ritorno.
 - Ma è davvero indispensabile puntare su un high concept? Il dilemma dello scrittore low budget (e non solo il suo…)
 - La sceneggiatura come organismo vitale. L’importanza di imparare a riconoscere se un copione è vivo oppure no.
 - Teorie da mettere in pratica. Visione di spezzoni di film (low budget e non) per chiarire i principali nodi teorici e strutturali: la tensione al cambiamento, il rapporto trama/personaggi, l’attrazione irresistibile del finale.

Esercizio collettivo: la riscrittura. Dimenticarsi del low budget per un’oretta. A partire da una scena data, lavoro intensivo di riscrittura sulla pagina, fino a far sembrare il foglio un vero campo di battaglia. I pezzi da costruzione della scrittura di scena: conflitto, ironia drammatica, suspense, semina e raccolta, dialogo.
Esercitazioni da effettuare tra i due blocchi:
1) scrittura di una o più scene a partire da una situazione data
2) scrittura di un breve soggetto cinematografico a partire da limitazioni produttive date.

Gli ultimi due incontri si concentreranno sull’analisi delle esercitazioni e sull’approfondimento dei vari temi.

Conclusioni: vita da sceneggiatore in tempi di perenni ristrettezze finanziarie. Il rapporto con registi e produttori. L’importanza di saper scrivere low-budget e anche di sapere “riscrivere” low-budget. La necessità, anche da indipendenti, del rapporto con il pubblico.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box