Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 13 Giugno 2016

Documentaristi in cerca di fondi, unitevi che è il momento di trovare un po' di soldini per il mondo. Diverse le occasioni che si trovano in giro: qui alcune che dovreste considerare

fondi documentario

Documentaristi in cerca di fondi, unitevi che è il momento di trovare un po' di soldini per il mondo. Diverse le occasioni che si trovano in giro, a iniziare dal Points North Documentary Film Forum, che sta offrendo la possibilità a 6 registi (o team) di sviluppare i loro lungometraggi attraverso una combinazione vincente di workshop, incontri professionali, tutoraggio e pitch pubblico previsto al Festival di Camden, negli States. 

Particolarmente interessante è poi il Mediterranean Documentary Market, che si rivolge invece ai cineasti che si occupano di cortometraggi. Per l'occasione, saranno scelto dai 20 ai 30 lavori, i quali verranno presentati a professionisti e produttori televisivi. Le tematiche predilette? I racconti propositivi sulla povertà, la fame, le malattie e la salute. 

Se invece siete propensi verso le storie femminili, allora l'iniziativa giusta a cui rivolgersi è il Women In Film / Netflix Finishing Fund, che oltre al sostegno pratico nella realizzazione delle singole opere, promette un incentivo, per i film selezionati, di una cifra che va da 1.000 a 25.000 dollari. Fondato nel 1985, ad oggi il fondo ha contribuito alla realizzazione di oltre 200 pellicole. Deadline: 17 giugno.

[Leggi anche: La storia del cinema francese nel documentario di Tavernier]

Infine, segnaliamo anche il MountainFilm Commitment Grant, la cui intenzione è aiutare i giovani professionisti a realizzare i loro lavori, se questi riguardano temi come i problemi ambientali, le cause umanitarie/politiche e le avventure nella natura. Ogni anno, la commissione sceglie 5 opere da premiare con 5 mila dollari l'una. Deadline: 2 luglio.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box