DOMINION

 
Video Dominion
Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 18 Novembre 2016

La 19a edizione del Genova Film Festival, dal 28 novembre al 4 dicembre, diretta da Cristiano Palozzi e organizzata dall'Associazione Culturale Daunbailò, si svolgerà nella multisala The Space Cinema, presso Porto Antico di Genova

Il soldato innamorato di Salvo Cuccia

Dopo lo slittamento dovuto a problemi legati alle sale inizialmente prescelte per le proiezioni, sono state definite le date della 19a edizione del Genova Film Festival che inizierà il prossimo 28 novembre e terminerà il 4 dicembre. Il festival, diretto da Cristiano Palozzi e organizzato dall'Associazione Culturale Daunbailò, si svolgerà nella multisala The Space Cinema, presso il Porto Antico di Genova.

Ogni anno centinaia di autori provenienti da tutta Italia si candidano al Concorso Nazionale per Cortometraggi e Documentari del Genova Film Festival, diventato nel corso degli anni un'importante vetrina per i talenti emergenti del nostro cinema.

Ecco i ventitré finalisti della sezione dedicata ai Cortometraggi: A metà luce di Anna Gigante, Ahlem (sogni) di Alessandra Pescetta, Bellissima di Alessandro Capitani, Una bellissima bugia di Lorenzo Santoni, Black comedy di Luigi Pane, Colombi di Luca Ferri, E.t.e.r.n.i.t. di Giovanni Aloi, Finché c'è vita c'è speranza di Valerio Attanasio, La Fuitina di Andrea Simonetti, Fuori di Alfredo De Marco, Giro di giostra di Massimiliano Davoli, Haircut di Virginia Mori, Heribergo di Federico Mottica, Luce di Marco Napoli, Marlindo Paraiso - la kombi dell'amore di Max Gaggino, Mirror di Daniele Barbiero, Molly Bloom di Chiara Caselli, L'ombra di Caino di Antonio de Palo, Quello che non si vede di Dario Samuele Leone, Selfie(sh) di Ekaterina Volkova, Stella Amore di Cristina Puccinelli, L'ultima orazione di Gustav Baldassini e Valzer di Giulio Mastromauro e Alessandro Porzio.

Sono invece sette i Documentari che partecipano al Concorso Nazionale: Happy New Year di Désiréé Marianini, Maamoura di Renato Chiocca, Nemico dell'Islam? Un incontro con Nouri Bouzid di Stefano Grossi, Perché sono un Genio! Lorenza Mazzetti di Steve Della Casa e Francesco Frisari, Il soldato innamorato di Salvo Cuccia, Il successore di Mattia Epifani e infine Uncut di Simona Ghizzoni e Emanuela Zuccalà.

Il festival ha da sempre fra i suoi obiettivi lo sviluppo e la promozione dei talenti presenti sul territorio, per questo, fin dalla sua prima edizione, ha istituito anche un concorso dedicato ai registi della regione, ecco la ricca programmazione di Obiettivo Liguria, con diciannove film finalisti: Albergo Etico – Una storia di accoglienza di Mario Robaudo e Gianluca Motta; Assemblea. Dalla fabbrica alla società. Racconto di una generazione di Salvatore Vento; Atto di dolore di Giancarlo Mariottini; The castle di Roberto Fogelberg; La centrale di Davide Rossi e Lorenzo Martellacci; Dove la luna si mostra nuda – i primi 30 anni di Creuza de ma' di Matteo Valenti; Eau de train di Clara Costanzo e Giulio Garga; Libera stampa in libero Stato di Daniele Ceccarini; Maestra, ma tu che lavoro fai? di Francesca Cangiotti e Ciro Abd El; Oltre lo specchio di Daniele Ceccarini e Mario Molinari; Le pendu – Giorgio Moiso di Enrico Bonino; Il pescatore di Michele Cadei e Adel Oberto; Il potere della paura di Santos Martini; Primo atto di Marco Di Gerlando e Ludovica Gibelli; Rappresentazione – Tra il sogno, l'amore e il disincanto di Andrea Benfante; Le recluse di Gino Versetti; Ribelli e fuorilegge di Diego Scarponi; Scritte sulla sabbia di Silvia Monga e Andrea Vialardi; La semplicità delle cose buone di Sergio Schenone.

Come ogni anno, accanto alle proiezioni delle sezioni competitive, non mancheranno incontri, presentazioni e ospiti: per conoscere tutti gli appuntamenti del Genova Film Festival vi suggeriamo di seguire le prossime comunicazioni sul sito www.genovafilmfestival.org e la pagina Facebook del festival.

Il programma completo delle proiezioni sarà presto disponibile su www.genovafilmfestival.org.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box