Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 22 Febbraio 2015

Premiati ieri sera con gli Spirit Awards quasi tutte le opere che sono in preventivo di ricevere onori agli imminenti Oscar di questa notte, 22 febbraio

Cate Blanchett con Alejandro González Iñárritu ai premi "Spirit" 2015

Anche gli Spirit Awards confermano le previsioni sui prossimi premiati agli Oscar 2015 Premiati ieri sera con gli Spirit Awards quasi tutte le opere che sono in preventivo di ricevere onori agli imminenti Oscar di questa notte, 22 febbraio. Che sia un’annata del tutto prevedibile l’avevamo già detto, anche con enfasi: sembra quasi che i premi siano delle ripetizioni tutte uguali…

Avvia la prova gratuita su MUBI

Anche Hollywood Reporter ha ribadito la questione suggerendo che il vecchio detto negli States, che chi vince il sabato i premi “Spirit” perde la domenica gli Oscar, quest’anno non si avvererà. Infatti, anche il gruppo dei giurati in rappresentanza delle comunità dei cineasti e degli addetti ai lavori più indipendenti ha scelto come frontrunner Birdman, al posto di Boyhood, il che certo appare bizzarro, visto che il film di Richard Linklater rappresenta un po’ la quintessenza del cinema artigianale e a basso budget. Per il resto le scelte tra indipendenti e blockbuster coincidono. Lo dimostrano, l’altro indie, Selma di Ava DuVernay, e Whiplash di Damien Chazelle.

[Leggi anche: Chi vincerà agli Oscar 2015? Ecco le nostre previsioni]

Gli Spirit Awards, cuore del cinema indipendente, quest’anno hanno raggiunto il trentesimo compleanno. Come di consueto, lo svolgimento della festa si è tenuto in un tendone a Santa Monica, California, proprio sulla spiaggia, con tanto di tavoli sui quali abbondavano bottiglie di birra e tequila.

Tra le curiosità riportate della serata spicca sicuramente l’uscita inattesa di Paul Thomas Anderson, vincitore del premio “Robert Altman” per il suo Inherent Vice – Vizio di forma, contro lo sponsor della serata, American Airlines: “Non viaggiate con American Airlines” ha detto Anderson, “Vi faranno perdere il bagaglio… “. Sono poi arrivate delle scuse per la nota compagnia aerea da parte di Bennet Miller, premiato per Foxcatcher, consegnate dallo stesso Anderson pentito.

Ecco la lista completa dei premiati “Spirit” 2015:

Miglior film
Birdman

Miglior regista
Richard Linklater per Boyhood

Miglior film d'esordio
Dan Gilroy per Lo Sciacallo – Nightcrawler

Premio John Cassavetes (per il lungometraggio con un budget inferiore ai 500.000 dollari)
Aaron Katz e Martha Stephens per Viaggio al Nord

Migliore sceneggiatura
Dan Gilroy per Lo Sciacallo – Nightcrawler

Migliore sceneggiatura d'esordio
Justin Simien per Dear White People

Migliore attrice protagonista
Julianne Moore per Still Alice

Miglior attore protagonista
Michael Keaton per Birdman

Migliore attrice non protagonista
Patricia Arquette per Boyhood

Miglior attore non protagonista
J.K. Simmons per Whiplash

Miglior fotografia
Emmanuel Lubezki per Birdman

Miglior montaggio
Tom Cross per Whiplash

Miglior documentario
Citizenfour

Miglior film straniero
Ida

Premio Robert Altman
Paul Thomas Anderson per Inherent Vice - Vizio di forma

Distinzione speciale
Foxcatcher - Una storia americana

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box