Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Ottobre 2014

Julianne Moore riceverà un'onorificenza speciale dal Museum of Moving Image di New York, che la ritiene l'attrice dell'anno, forte di pellicole come "Still Alice", "Maps to the Stars" e il nuovo "Hunger Games". Che un Oscar possa essere in arrivo?

Julianne Moore

È la domanda sulla bocca di tutti i suoi fan: quest'anno Julianne Moore riuscirà finalmente a vincere l'Oscar come Miglior Attrice? Infatti, la brava interprete ha ormai collezionato ben 4 candidature all'ambitissimo premio, senza però riuscire mai a portarselo a casa. Eppure, questa potrebbe essere davvero l'edizione buona, in quanto quello della Moore pare essere il nome più gettonato della categoria per la sua interpretazione in Still Alice di Richard Glatzer, in cui veste i panni di una professoressa di linguistica affetta da una malattia devastante. Le recensioni positive sono tutte per lei, da Hitfix a Variety, passando per l'Hollywood Reporter e il Telegraph; inoltre, in un'annata particolarmente debole in fatto di performance femminili, la Moore sembra proprio non avere rivali, salvo forse l'arrivo della temibile Amy Adams in Big Eyes di Tim Burton.

Intanto, l'attrice può già ritenersi soddisfatta, in quanto riceverà un'onorificenza speciale dal Museum of Moving Image di New York. La cerimonia è prevista il 20 Gennaio 2015, e chissà che questo regalo non possa portarle fortuna per la Notte delle Stelle programmata poco più di un mese dopo. Spiega Herbert S. Schlosser, portavoce del Museo: “Con le sue indimenticabili interpretazioni in Still Alice e Maps to the Stars, e il suo ruolo a venire in Hunger Games: Il canto della rivolta, questo è l'anno di Julianne Moore. Lei è una performer versatile e senza paura, la quale ha creato così tante interpretazioni potenti nel cinema e nella televisione”.

[Leggi anche: Hunger Games 3 parte 1 - Il canto della rivolta: differenze rispetto al libro]

Ricordiamo che per Maps to the Stars la Moore è già stata premiata allo scorso Festival di Cannes, dopo aver lasciato nell'incanto la giuria presieduta da Jane Campion. Still Alice, invece, avrà la sua anteprima italiana al Festival di Roma attualmente in corso, anche se finora non ha ancora una data ufficiale d'uscita nel resto delle sale. Oltre alla celebre saga con Jennifer Lawrence, prossimamente la vedremo anche in Il settimo figlio, blockbuster avventuroso diretto da Sergey Bodrov, dove affianca Jeff Bridges, Ben Barnes e il Kit Harington di Game of Thrones – Il trono di spade. Successivamente, toccherà poi a Freeheld di Peter Sollett, in cui condivide lo schermo con Ellen Page e Steve Carell. Infine, è già in fase di post-produzione Maggie's Plan, nuova opera di Rebecca Miller che vede nel cast, oltre alla Moore, anche Clive Owen e Greta Gerwig. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box