Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 4 Giugno 2014

The Young and Prodigious Spivet di Jean-Pierre Jeunet apre il Monaco Film Festival, in programma dal 27 giugno al 5 luglio; il regista aveva già inaugurato l'evento nel 2001. Per la prima volta prevista una retrospettiva su Walter Hill

The Young and Prodigious Spivet di Jean-Pierre Jeunet

Jean-Pierre Jeunet avrà l'onore di aprire il Film Festival di Monaco con il suo ultimo film, The Young and Prodigious Spivet, che inaugurerà le danze dell'evento in programma nella città bavarese dal 27 giugno al 5 luglio. Il regista aveva già dato il via al festival in quel di Monaco nel 2001 con il film Amelie From Montmartre.

Iniziative speciali che caratterizzeranno il quarto mandato di Diana Iljine in qualità di festival director sono la prima e assoluta retrospettiva completa sul veterano dei film d'azione Walter Hill, una serata di gala in onore del produttore e vincitore d'Oscar Arthur Cohn accompagnata dalla proiezione di The Children Of Huang Shi, infine un tributo al produttore, regista e direttore della fotografia Willy Bogner. L'incredibile retrospettiva sul regista americano parte dal suo film d'esordio L'eroe della strada, con Charles Bronson e James Coburn, per arrivare all'ultimo Bullet to the head con Stallone e Christian Slater, attraverso classici come I guerrieri della notte e due film per la televisione, il pilot di Deadwood e il western Broken Trail - Un viaggio pericoloso.

La sezione delle anteprime mondiali prevede noti nomi locali, infatti ci saranno i nuovi lavori di Sylke Enders (Schönefeld Boulevard), Jan Martin Scharf (Dessau Dancers), Christina Schiewe (Be My Baby), Vanessa Jopp (Lügen), Philipp Leinemann (Wir waren Könige) e Franz Müller (Worst Case Scenario), così come i documentari di Severin Vinzenburg (Good Luck Finding Yourself) and Elkan Spiller (L’Chaim - Auf das Leben).

Categorie generali: 

Facebook Comments Box