Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 5 Ottobre 2017

Dal 24 al 28 ottobre presso il Cinema Spazio Oberdan Milano, Fondazione Cineteca Italiana propone in anteprima per Milano The Last Pig di Allison Argo (2017), un film semplice ma di grande intensità in concorso all'ultimo Cinemambiente di Torino

The Last Pig

Dal 24 al 28 ottobre presso il Cinema Spazio Oberdan Milano, Fondazione Cineteca Italiana propone in anteprima per Milano The Last Pig di Allison Argo (2017), un film semplice ma di grande intensità,  in concorso all’ultimo festival Cinemabiente di Torino 2017 (dove ha vinto una menzione speciale).
 
The Last Pig è un fulminante e inequivocabile ritratto di Bob, il protagonista, e dei suoi maialini neri, zampette bianche e orecchie frastagliate, i cui occhi vividi sembrano interrogarci senza sosta.

Il tema centrale è infatti il dubbio etico di Bob, che ama i suoi animali, al punto da rifiutarne emotivamente il destino tragico, ma che poi, nella pratica, accompagna alla morte per macellazione.

Il pregio autentico del film è quello di riuscire a registrare una realtà nel suo farsi, a coglierla senza imporre una tesi di fondo, alla maniera del grande Frederick Wiseman, elevando la forma documentario a una composizione mai retorica modulata su un’inquadratura ad altezza maiale che lascia stupefatti.

Fondatrice della ArgoFilms, Allison Argo si è impegnata nella realizzazione di documentari a carattere etico e ambientalista. Ha vinto diversi premi Emmy per i film Keepers of the Wild (1992), The Last Frog (1996), The Secret Life of Cats (1999), The Urban Elephant (2000) e Chimpanzees: An Unnatural History (2006).

Alla proiezione di martedì 24 ottobre alle ore 21.15 saranno presenti in sala la regista Allison Argo e Bob Comis, l'allevatore protagonista del film.

CALENDARIO PROIEZIONI
CINEMA SPAZIO OBERDAN MILANO
24.10 h 21.15
26.10 h 19.30
28.10 h 15.00

THE LAST PIG
R. e sc.: Allison Argo. Int.: Bob Comis. USA, 2017, 54’.
La regista Allison Argo accompagna un allevatore di maiali durante il suo ultimo anno di macellazione di suini. Mano a mano prende forma una meditazione sulla vita, sulla morte e su cosa significhi essere una creatura senziente con il potere di uccidere. La cura verso gli animali, l’atmosfera bucolica e i ritmi tranquilli della fattoria vengono rotti dai viaggi settimanali verso il mattatoio mentre, attraverso sparse riflessioni intime, il protagonista rivela il crescente conflitto di una vita trascorsa smerciando morte e la profonda lotta interiore per poter reinventare il proprio destino.
Martedì 24 ottobre la regista Allison Argo sarà presente in sala insieme a Bob Comis, l'allevatore protagonista del film.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box