Ritratto di Simone Malacarne
Autore Simone Malacarne :: 19 Dicembre 2015

Ennio Morricone per "The Hateful Eight" o Alexandre Desplat per "The Danish Girl"? John Williams per "Il risveglio della forza" o James Horner per "Southpaw"? Ecco tutte le colonne sonore candidabili agli Oscar 2016

Ennio Morricone

L'Academy ha rivelato la lunga lista delle colonne sonore candidabili ai prossimi Oscar previsti il 28 febbraio 2016. 112 le composizioni eleggibili, le quali comprendono ovviamente alcuni dei favoriti per la corsa di quest'anno, a iniziare dal maestro Ennio Morricone, che ha curato lo score di The Hateful Eight, ultimo western di Quentin Tarantino. Anche se il compositore italiano ha già ricevuto l'Oscar alla carriera, ricordiamo che ad oggi, nonostante ben 5 nomination, non è ancora riuscito a conquistarsi la statuetta per la sua categoria: sarà finalmente la volta buona?

Ecco poi un'altra leggenda, James Horner, scomparso proprio alcuni mesi fa. Del musicista di Titanic l'Academy potrà votare ben tre lavori: The 33 di Paticia Riggen, L'ultimo lupo di Jean-Jacques Annaud e Southpaw – L'ultima sfida di Antoine Fuqua. E potrà mai mancare il sempre più lanciatissimo Alexandre Desplat? Chiaro che no, e infatti ecco le sue inconfondibili note in The Danish Girl di Tom Hooper e in Suffraggette di Sarah Gavron.

Eleggibile è anche lo score di Star Wars: Il risveglio della forza di J.J. Abrams, chiaramente composto dal solito John Williams, che nel 1977 entrò nella cultura pop proprio grazie alla saga iniziata da George Lucas. Ancora, girando fra i soliti noti: ottima la colonna di Michael Giacchino per Inside Out, quella di Carter Burwell per Carol, di Thomas Newman per Il ponte delle spie, mentre da non sottovalutare sono l'Alan Silvestri di The Walk, il Jóhann Jóhannsson di Sicario e il Tom Holkenborg di Mad Max: Fury Road.

[Leggi anche: Ennio Morricone: "Oggi molti registi hanno paura di una buona colonna sonora"]

Tra gli esclusi più noti troviamo, non si sa bene per quale arcano motivo, anche Redivivo – The Revenant di Alejandro Gonzalez Iñárritu, le cui musiche erano state curate dal maestro nipponico Ryuichi Sakamoto. Purtroppo per noi, è fuori gioco anche l'ost di Youth – La giovinezza di Sorrentino, composta invece da David Lang. 

Per scoprire la cinquina finale delle nomination, appuntamento al 14 gennaio!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box