Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 16 Dicembre 2014

Al prossimo Sundance Film Festival, trentunesima edizione, che avrà luogo dal 22 gennaio al primo febbraio 2015, ottime novità, tra cui "A Walk in the Woods" con Robert Redford e "True Story" con Jonah Hill e James Franco

Robert Redford

Al prossimo Sundance Film Festival, trentunesima edizione, che avrà luogo dal 22 gennaio al primo febbraio 2015 a Park City, Stato dell’Utah, ci sono ottime novità, dopo aver comunque organizzato già un parterre quanto mai ricco, tanto che definire il Sundance un festival al di sotto del blasonato Cannes comincia ad avere poco senso con una così interessante partecipazione di opere e autori da ogni parte del mondo (sono ben 29 i Paesi coinvolti). Ma Sundance pur sempre privilegia la produzione nordamericana e com’è noto da parecchi anni è una fucina di nuovi registi ed attori, tutto il mondo indie, insomma: in totale 123 lungometraggi selezionati da ben 12166 candidature!

[Leggi anche: Nicole Kidman, Michael Fassbender e Keanu Reeves al Sundance Film Festival 2015]

Le ultime aggiunte sono le prime mondiali di A Walk in the Woods interpretato da Robert Redford e True Story con Jonah Hill e James Franco. Curioso che Redford si presenti come partecipante, lui che è stato il fondatore del festival: proprio in questo film impersona un anziano scrittore viaggiatore che percorre le vecchie piste degli indiani Appalachi, con un vecchio amico, interpretato da Nick Nolte. Nel cast troviamo Emma Thomson, Mary Steenburgen, Nick Offerman e Kristen Schaal. Il film è diretto da Ken Kwapis, ispirato alla sceneggiatura di Rick Kerb e Bill Holderman. True Story è diretto da Rupert Goold, da una sceneggiatura a quattro mani con David Kajganich. Racconta la storia del reporter del New York Times Michael Finkel, interpretato da Jonah Hill, e l’accusato killer Christian Longo (James Franco), che lo coinvolgerà in una serie di disgraziate avventure. Nel cast anche Felicity Jones.

Non manca un’altra sorpresa nella sezione del festival dedicata ai bambini con la première di The Games Maker di Juan Pablo Buscarini, con le partecipazioni di attori come David Mazouz, Joseph Fiennes, Ed Asner, Megan Charpentier, Tom Cavanagh e la nostra Valentina Lodovini, particolarmente vivace e pepata ultimamente, tanto da scagliarsi contro le sceneggiature italiane da lei accusate di poca qualità…

Nella stessa sezione troviamo Operation Artic di Grethe Bøe-Waal, già definita come una versione di Robinson Crusoe che si svolge sui ghiacci invece che su un’isola deserta, e Shaun the Sheep di Richard Starzak e Mark Burton.

Nella sezione dedicata agli eventi speciali è prevista la proiezione del film rumeno Pioneers Palace B’92 di Bobby Paunescu, ambientata nel periodo in cui Bucarest vedeva la fine del regime di Ceausescu. Il film è stato in parte prodotto da studenti di cinema.

La sezione delle nuove frontiere presenta tre live-action di realtà virtuale realizzate dagli artisti Félix Lajeunesse e Paul Raphaël, i cui titoli sono “Herders” e “Wild — the Experience” e ”Strangers” di Patrick Watson dedicato al musicista di Montreal durante una sessione di lavoro nel suo studio. L’installazione di Lajeunesse e Raphaël coinvolge le attrici Reese Witherspoon e Laura Dern nei ruoli rispettivi di figlia e madre.

Molto attesa sarà anche la presentazione del restauro digitale di Paris is Burning di Jennie Livingston, opera importantissima, pietra miliare dell’immaginario Queer.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box