Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 9 Ottobre 2015

A distanza di quasi vent'anni, Ashley Judd trova finalmente il coraggio di rivelare un losco episodio capitatole nel 1997: delle avance particolarmente spinte da parte di una "personalità importantissima" dell'industria

Ashley Judd

Rivelazione shockante da Ashley Judd, che ha raccontato a Variety un episodio raccapricciante risalente alla sua giovinezza: “Sono stata sessualmente molestata da una delle figure più famose dell'industria, uno dei boss più ammirati. Stavo girando Il collezionista (1997), ed eccomi là, femminista dichiarata. Avevo concluso degli studi in quello che oggi chiamiamo Gender Studies, ma all'epoca non mi ero comunque accorta di ciò che mi stava succedendo. Mi ci sono voluti anni prima di valutare bene quell'incidente e realizzare che c'era qualcosa di terribilmente sbagliato e illegale in esso”.

Prosegue: “Mi ha approcciato, dicendomi di venire nel suo albergo per mangiare qualcosa. Io sono andata, e lui ha iniziato a chiedermi consigli su cosa dovesse mettere. Continuava a chiedermi cose – fai questo, fai quest'altro, e quest'altro ancora – e io rispondevo di no”. E infine, la richiesta più aberrante: “Mi guarderesti fare la doccia?”. Come potete immaginare, dopo il suo rifiuto, la Judd è stata tagliata fuori da tutti i progetti futuri del misterioso tizio; cosa ancor più incredibile, l'attrice ha poi confidato questa storia ad altre donne dell'industria, le quali hanno ammesso di aver ricevuto lo stesso trattamento dall'uomo!

[Leggi anche: Janice Dickinson: "Bill Cosby mi ha stuprata nel 1982"]

Insomma, cose assolutamente pazzesche, ma che sappiamo purtroppo essere all'ordine del giorno nel mondo dello spettacolo. Crediamo però sia anche abbastanza inutile lagnarsi come fa l'attrice: se veramente si sente molestata, allora dovrebbe rivelare il nome dell'uomo a tutti, in modo che l'industria si renda conto delle loscherie che accadono dietro le sue quinte, non trovate anche voi? Inutile raccontare episodi per puro sfogo: se si vogliono veramente cambiare le cose, bisogna trovare il coraggio di tirare fuori nomi e cognomi!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box