Ritratto di Claudio Mundo
Autore Claudio Mundo :: 29 Giugno 2015

Il premio Oscar di "Thelma e Louise" ha fondato il Geena Davis Institute on Gender in Media che ha stabilito una partnership con il BFI London Film Festival e il Women in Film and Television

Geena Davis

Il Geena Davis Institute on Gender in Media, insieme col BFI London Film Festival e il Women in Film and Television hanno stretto una collaborazione per ospitare il primo Global Symposium on Gender in Media, che avrà luogo il prossimo 8 ottobre. Geena Davis aprirà la rassegna che si terrà al BFI Southbank di Londra. Come dichiarato dall’attrice: “I media hanno un enorme impatto sulla nostra percezione del contesto sociale in cui viviamo, sulle nostre concezioni culturali e sui nostri comportamenti. Il nostro studio, a livello globale, intende esplorare come i film distribuiti globalmente possano rinforzare stereotipi di genere negativi su pubblici di tutte le età”.

Il Geena Davis Institute on Gender in Media, fondato dal premio Oscar 1989 come Miglior Attrice Protagonista per il road-movie (di genere!) Thelma e Louise, è un’organizzazione di ricerca che lavora da anni proprio sul tema della parità di genere, si impegna a favore della riduzione degli stereotipi e per la creazione e ideazione di personaggi femminili che non appiattiscano la figura della donna all’interno dell’industria dell’intrattenimento cinematografico. L’istituto organizza simposi a cadenza biennale, e questo sarà il primo al di fuori dei confini degli Stati Uniti.

[Leggi anche: Geena Davis, Shailene Woodley e Julianne Moore unite per un nuovo Festival]

Nel simposio di Londra, il focus sarà puntato sulle influenze del cinema internazionale sul pubblico di Regno Unito, India, Nigeria, Francia e Brasile. L’evento punta ad aggregare politici, vertici imprenditoriali, mass media, decision-maker, content-creator e storyteller per un dibattito che si svilupperà in due diversi panel: il primo sarà basato sulle strategie d’intervento per il miglioramento dell’impatto del “prodotto film” sulla condizione femminile, il secondo studierà come lo storytelling delle diverse parti del mondo cerca di rafforzare l’identità di donna proprio attraverso il cinema.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box