Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 7 Gennaio 2015

Michael Keaton è stanco dei giornalisti che paragonano "Birdman" a "Batman", pensando che il suo ruolo nella pellicola di Iñárritu sia autobiografica. "Affermarlo è da pigri ed è un cliché", ha detto l'attore in una recente intervista

Michael Keaton

Quando uscì la notizia che Michael Keaton avrebbe recitato in Birdman nel ruolo di un attore semi-fallito famoso solo per aver interpretato un super-eroe, molti, compresi noi, hanno definitivamente pensato che la scelta non fosse casuale. Infatti, a tutt'oggi il ruolo più famoso dell'interprete è sicuramente quello dei primi due Batman targati Tim Burton, mentre poco o nulla ha fatto con il resto della sua carriera, cadendo presto nel dimenticatoio collettivo. Una scelta evocativa da parte del regista Alejandro González Iñárritu, il quale non fa che aumentare le ricche suggestioni di un film come Birdman, decisamente tra le pellicole più belle dell'anno, nonché tra le più premiate e candidate. Basti pensare alle 7 nominations ai Golden Globes, ai 4 Sag e ai 13 Critics Choice. E tra i vincitori più papabili, a figurare è proprio Keaton, il cui ritorno sotto i riflettori di Hollywood ha evidentemente toccato l'industria.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Eppure, guai a paragonare Birdman a Batman, a pensare che il suo ruolo nella pellicola di Iñárritu abbia elementi autobiografici. Infatti, ha dichiarato recentemente l'attore sulle pagine dell'Hollywood Reporter: “Non mi sono mai rispecchiato meno in un personaggio (quello di Birdman). Affermarlo è da pigri ed è un cliché. Non sono io per niente”. Prosegue l'attore in una roundtable del Los Angeles Times: “Lo script era veramente buono.. Sapevo che questa storia sarebbe venuta fuori in una discussione, e a me va assolutamente bene. Perché una volta che vedi il film, c'è poi tanto altro di cui parlare (ride). Molto molto altro di cui parlare”. Insomma, a Keaton l'argomento non piace, e preferisce che ci si concentri sulle altre qualità della pellicola. Ad esempio? Il virtuosismo registico di Iñárritu (che ha girato il film dando l'impressione che sia stato fatto in un unico pianosequenza), le altre eccellenti performance (Edward Norton in primis, anche lui tra i papabili ai prossimi Oscar), e tanto altro ancora.

[Leggi anche: Un po' di Hollywood a Venezia: il cast di "Birdman" in Laguna]

Dopo essere stato presentato in anteprima mondiale all'ultima Mostra del Cinema di Venezia, Birdman uscirà finalmente nelle sale italiane il 5 Febbraio, forte di grandi lodi da parte di pubblicazioni internazionali come l'Hollywood Reporter, The Telegraph, Variety, Time Out London, HitFix, indiWIRE e Cinevue. Noi vi consigliamo di non perdervelo!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box