Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 12 Dicembre 2014

Nessuna sorpresa all'annuncio della top 10 delle migliori pellicole del 2014 secondo l'American Film Institute (AFI), che include più o meno tutte le opere più gettonate in questa stagione dei premi, da "Boyhood" di Linklater a "Birdman" di Inarritu

The imitation game

Come ogni anno, l’American Film Institute (AFI) ha decretato la sua top ten scegliendo le 10 migliori pellicole uscite nel 2014 e dedicando uno spazio anche alle dieci migliori serie tv.

Poche sorprese, nessun titolo di nicchia nella lista dell’AFI: l’unica novità è che le pellicole sono undici, segnale che l’Institute dev’essere particolarmente soddisfatto dell’anno cinematografico che volge al termine. Ma andiamo a vedere i titoli nel dettaglio: fa piacere la presenza di American Sniper di Clint Eastwood, in uscita nelle sale statunitensi il 25 dicembre, che narra le vere vicende del cecchino più letale della Storia bellica Usa, interpretato da un Bradley Cooper che speriamo di vedere anche tra i protagonisti dell’imminente stagione dei premi.

Ci sono poi il fantasy Into the Woods di Rob Marshall con Meryl Streep strega (da noi a Pasqua), l’ottimo Lo sciacallo – Nightcrawler di Dan Gilroy con uno scheletrico Jake Gyllenhaal, lo sci-fi controverso Interstellar di Christopher Nolan, e lo splendido Birdman di Alejandro González Iñárritu, uno dei film più belli della scorsa Mostra del Cinema di Venezia, il cui Michael Keaton è frontrunner nella corsa agli Oscar come Miglior Attore.

Seguono altre pellicole da nomination: l’acclamatissimo Boyhood di Richard Linklater, Orso d’Argento a Berlino 2014; Foxcatcher di Bennet Miller, col trio di attoroni Steve Carrell (qui irriconoscibile), Channing Tatum e Mark Ruffalo; The Imitation Game di Morten Tyldum, in Italia l’1 Gennaio 2015, fresco vincitore del Festival di Toronto e che Harvey Weinsten sta promuovendo a mille per far accaparrare a Benedict Cumberbatch e Keira Knightley una candidatura agli Academy Awards. A cui puntano anche Unbroken di Angelina Jolie, Selma di Ava DuVernay e Whiplash di Damien Chazelle, quest'ultimo appena passato al Festival di Torino dove è stato nuovamente molto acclamato J.K. Simmons, probabile Miglior Attore Non Protagonista agli Oscar.

[Leggi anche: Oscar 2015: Ecco i favoriti come Miglior Film Straniero]

Meno prevedibile la top ten delle serie tv: insieme a Fargo, Il trono di spade, The Americans, Mad Men, The Knick di Soderbergh e Orange is the new black ci sono anche le debuttanti (tutte sono alla loro prima stagione) Jane the virgin, Transparent, Silicon Valley e How to get away with murders.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box