Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 8 Settembre 2014

Presentata a Telluride “The Imitation Game”, pellicola di Morten Tyldum in cui Benedict Cumberbatch interpreta il matematico Alan Turing. Stando alle prime recensioni, l'attore di “Sherlock” sarebbe in pole position per i prossimi Oscar

Benedict Cumberbatch in The Imitation Game

Quando The Imitation Game di Morten Tyldum fu annunciato, il progetto è subito salito in cima ai film più attesi della nuova stagione. Merito di un attore protagonista come Benedict Cumberbatch, lanciatissimo interprete grazie al mega successo della serie tv Sherlock, in cui veste il ruolo del celebre investigatore tutto deduzioni e genialità. Qui, sarà invece il clone cinematografico di Alan Turing, personaggio realmente esistito, considerato uno dei matematici più importanti del XX secolo nonché uno dei padri dell'informatica (della cosiddetta "macchina di Turing", concetto alla base di tutte le ricerche sull'intelligenza artificiale, si parla nel post di uno dei nostri bog "Le intelligenze artificiali dei film di fantascienza sono soltanto fantasia?").

Ammettiamo che dopo aver visto il trailer della pellicola, le speranze erano scese di parecchio, in quanto dalle prime immagini l'opera di Tyldum pareva qualcosa d'imbalsamato, la solita roba inutile nella marea delle prossime uscite. Eppure, sorprendentemente, dopo la sua presentazione al Festival di Telluride l'hype si è riacceso: le recensioni sono entusiastiche, e danno Cumberbatch in pole position agli Oscar come Miglior Attore.

Per l'Hollywood Reporter conta solo il carisma di Benedict Cumbertbatch, la sua capacità di modularsi, di schierare eccentricità e fascino, attrazione e stramberia. Soddisfatto anche Variety, anch'esso pieno di elogi per l'attore britannico, la cui performance è stata definita “maestosa”. Insomma, pare proprio che l'interprete di Sherlock sia entrato nella lunga corsa degli Academy Awards, dove dovrà vedersela con altrettanti nomi lanciati: Michael Keaton (Birdman), Steve Carell (The Foxcatcher), Timothy Spall (Mr. Turner), Joaquin Phoenix (Inherent Vice), Matthew McConaughey (Interstellar), Bradley Cooper (American Sniper), David Oyelowo (Selma), Eddie Redmayne (Theory of Everything) e tanti altri. Non sarà facile arrivare vivo alla Notte delle Stelle, ma Cumberbatch ha dalla sua più di un'arma: una fortissima fan base diffusa per il mondo (anche se questo non è servito al Leonardo Di Caprio di The Wolf of Wall Street), il momento particolarmente favorevole (è stato appena eletto attore dell'anno dalla rivista GQ), e il rispetto già dimostrato dall'industria (che l'ha recentemente premiato con il prestigioso Emmy).

In attesa, The Imitation Game uscirà nelle sale italiane il 20 Novembre, mentre la sua anteprima europea si terrà durante il London Film Festival questo Ottobre. I fan di Sherlock, invece, dovranno pazientare ancora un po': le riprese dei nuovi episodi non partiranno prima del 2015.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box