Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 2 Novembre 2015

Dopo aver protestato pubblicamente contro i poliziotti (che ha definito "assassini"), ora Quentin Tarantino è pronto a fare retromarcia

Quentin Tarantino

Guai in vista per Quentin Tarantino, che qualche giorno fa ha guidato una manifestazione di protesta newyorchese contro l'abuso di potere e la violenza delle forze di polizia, che l'autore di Pulp Fiction e Kill Bill ha definito “assassini”, complici alcuni episodi recenti tra cui l'uccisione di un bambino innocente per mano di alcuni agenti che l'hanno scambiato per un criminale (!!). Una protesta, questa, che ha certamente fatto guadagnare punti al noto cineasta, ma dall'altra anche l'odio di determinati gruppi di persone, a iniziare ovviamente proprio dai poliziotti locali, i quali stanno invitando i cittadini della Grande Mela a boicottare l'imminente The Hateful Eight

Ad essere di difficile accettazione per gli agenti è stata la parola “assassini”. Di certo i poliziotti cattivi che meriterebbero di andare in galera non mancano (e fin qui siamo tutti d'accordo, forse), ma le dure accuse del cineasta hanno colpito direttamente pure quegli uomini onesti che altro non fanno se non compiere il loro duro lavoro, talvolta rimettendoci anche la pelle. È ad esempio il caso di Randolph Holder, ufficiale ucciso proprio pochi giorni prima della protesta mentre cercava di sedare una rissa a Harlem. Da New York, il richiamo al boicottaggio si è poi espanso in tutti gli States, coinvolgendo oltre 240.000 forze dell'ordine.

[Leggi anche: Quentin Tarantino farà "Kill Bill 3"? Uma Thurman dice la sua]

Evidentemente, nemmeno il regista s'immaginava una reazione così forte da parte dei poliziotti, e ha fatto sapere che intende chiedere scusa nel corso dei prossimi giorni, scrivendo un articolo in cui cercherà di spiegare meglio il proprio pensiero sull'argomento. Che sia veramente frutto di sincera onestà, o semplicemente un tentativo di salvare in corner The Hateful Eight? Infatti, ricordiamo che manca veramente poco all'uscita americana dell'attesa pellicola, programmata per il 25 dicembre...

Categorie generali: 

Facebook Comments Box