Ritratto di Simona Carradori
Autore Simona Carradori :: 8 Settembre 2016

Il processo all'attore - accusato da Andrea Constand di averla drogata e violentata nella sua casa di Philadelphia - si terrà entro e non oltre il 5 giugno 2017. Lo ha stabilito il giudice della Pennsylvania Steven O'Neill, che si occuperà del caso

Bill Cosby

Sembra che il processo per abusi sessuali contro Bill Cosby abbia finalmente trovato una data, o meglio, una data limite. Steven O'Neill - il giudice della Pennsylvania che si occuperà del caso - ha stabilito che l'attore sarà processato entro e non oltre il 5 giugno del 2017, per i presunti reati commessi ai danni di Andrea Constand, che ha dichiarato di essere stata drogata e violentata da Cosby nel 2004, dopo essere stata invitata nella sua casa di Philadelphia.

L'attore sostiene che il rapporto sia stato consenziente, ma dal momento in cui la Constand ha sporto denuncia, almeno altre 50 donne hanno mosso accuse simili contro Cosby, senza però andare a processo; violenze che sarebbero avvenute nell'arco di oltre 30 anni.

[Leggi anche: Bill Cosby ancora accusato di stupro: dovrà provare la sua innocenza in tribunale]

Tredici delle presunte vittime saranno chiamate sul banco dei testimoni, per dimostrare come l'abitudine di drogare e poi violentare le sue ospiti sia una sorta di modus operandi che la star de I Robinson ha mentenuto nei decenni, una vera e propria abitudine sessuale.

Gli avvocati di Cosby avrebbero dovuto usare - come prova in favore del loro cliente - la registrazione di una telefonata della madre di Andrea Constand, in cui l'accusato negava di aver drogato sua figlia e sosteneva che lei avesse raggiunto l'orgasmo. La corte ha però stabilito la non validità della prova, in quanto parrebbe che l'attore fosse consapevole di essere registrato in quel preciso momento.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box