Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Maggio 2015

Abel Ferrara sarà al Festival di Cannes per presentare il suo nuovo progetto, "Siberia", delirio psicologico con Willem Dafoe protagonista. Il regista inizierà presto una campagna di crowdfunding su Kickstarter per avere i finanziamenti necessari

Abel Ferrara

Come ormai sappiamo, per il Festival di Cannes non transitano solo le delegazioni dei film selezionati, ma anche gente più o meno casuale dell'industria, dalla diva di turno presente solo per sfilare in passerella, a qualche cineasta in cerca di soldi e produttori al marché. Questo è il caso di Abel Ferrara, che il 20 maggio sarà nella riviera francese per parlare del suo prossimo progetto, Siberia, e in particolare del crowdfunding che inizierà a breve su Kickstarter. Trattasi di un film sul subconscio ispirato ai sogni e alle opere di Carl Jung. Nel cast, l'attore preferito di Ferrara, ovvero Willem Dafoe, con cui ha collaborato, tra gli altri, in New Rose Hotel e Pasolini

Spiega il cineasta sulle pagine di Screen Daily: “Si svolgerà nella 'realtà' di un universo mitologico, in una piccola caffetteria dove Willem e un'altra persona sono rintanati. Poi, quando dico che parlerà di sogni, in verità intendo incubi”. E chissà se quando dice “un'altra persona” non intenda un verità il subconscio di Dafoe stesso? Infatti, secondo il regista, l'attore interpreterà non uno ma ben due ruoli. E alla domanda “ci saranno altri interpreti coinvolti?”, risponde così: “Ci sono ottimi ruoli per orsi e cani”. 

Con Kickstarter, Ferrara sta puntando ad avere una cifra di 500.000 dollari. “Sono eccitato a riguardo. Questo è un progetto molto avventuroso e una maniera rivoluzionaria per radunare insieme il nostro pubblico” - spiega il cineasta, che ha curato di persona lo script con la collaborazione di Chris Zois, attore che aveva avuto una parte nel suo Welcome to New York, pellicola presentata proprio al festival francese l'anno scorso. “Sono felice di portare questo progetto a Cannes. Non vedo l'ora; amiamo la sua pazzia. Non ci sono altri posti al mondo così”. 

[Leggi anche: Abel Ferrara insulta pesantemente i suoi distributori]

Insomma, dopo svariate esperienze negative con case di produzione e distribuzione, evidentemente stavolta Abel Ferrara intende essere il più indipendente possibile. A sostenerlo è la collega di sempre, Diana Phillips, con lui dai tempi de Il cattivo tenente. Se tutto dovesse andare bene, le riprese di Siberia potrebbero iniziare già quest'autunno fra le Alpi italiane. Ovviamente, con probabile proiezione a Cannes 2016. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box