Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 12 Febbraio 2016

Tratto da un reportage scritto da Karl Ove Knausgård, scrittore norvegese diventato caso letterario per "La mia lotta"

Alexander Payne

Gli appassionati di letteratura scandinava contemporanea sanno perfettamente che in Europa nel nord non si scrivono solo gialli e romanzi dalle sfumature thriller, generi per cui la regione è famosa nel mondo. Chi ha prestato attenzione alle mode e ai casi letterari degli ultimi anni avrà sicuramente già sentito parlare di Karl Ove Knausgård, scrittore norvegese noto per il suo epico progetto intitolato La mia lotta. In norvegese Min Kamp con un riferimento ironico al Mein Kampf di Hitler con cui però non ha niente a che fare, La mia lotta è un’opera composta da sei volumi in cui l’autore racconta la sua vita, rivelando aspetti anche molto personali di se stesso e delle persone che lo circondano. Tutti pubblicati tra il 2009 e il 2010, i libri sono diventati molto popolari in Norvegia e in Italia si possono trovare editi da Ponte alle grazie.

Knausgård però ha scritto anche altro come ad esempio My Saga, un resoconto del suo viaggio nel nord degli Stati Uniti sulle tracce dei vichinghi. Il testo, pubblicato in due articoli dal New York Times, è un punto di partenza per un road movie e infatti Alexander Payne ha appena firmato per curare la regia dell’adattamento cinematografico.

Sembra un’ottima scelta visto il passato del regista che si è fatto notare per i suoi racconti itineranti a spasso per l’America come Sideways – In viaggio con Jack e Nebraska.

[Leggi anche: "The Wave", primo disaster movie scandinavo: un'ondata vi seppellirà]

Siamo in un primo momento delle trattative quindi non si sa ancora chi sarà a curare la sceneggiatura, ciò che è certo è che il prossimo film di Payne sarà pronto nel 2017 e vedrà protagonisti Matt Damon, Reese Witherspoon, Alec Baldwin, Neil Patrick Harris e Jason Sudeikis.

C’è quindi tempo di leggere  il reportage di Karl Ove Knausgård e poi aspettare un nuovo sguardo su quella parte di America che molto spesso rimane fuori dai grandi riflettori.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box