Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 5 Maggio 2015

David Fincher rimane nel mondo seriale. Dopo "House of Cards", girerà infatti "Video Synchronicity", commedia anni '80 con protagonisti due giovani aspiranti registi di film che però finiscono a lavorare per una compagnia che produce video musicali

David Fincher

Una nuova avventura seriale per David Fincher dopo il grande successo di House of Cards? Sembrerebbe proprio di sì. Infatti, secondo l'Hollywood Reporter, il rinomato cineasta sarebbe stato coinvolto dalla HBO per girare e produrre Video Synchronicity, una commedia ambientata durante gli anni '80 che vedrà come protagonisti due giovani ragazzi che abbandonano il college per tentare di fare i registi a Hollywood. Ovviamente, inseguire il sogno non è esattamente facile, e i nostri si ritroveranno invece a fare gli assistenti di produzione per una compagnia che produce video musicali. È decisamente un mondo che Fincher conosce bene, avendo lui esordito proprio come regista di videoclip per artisti come Madonna e Jermaine Stewart. Chissà che Video Synchronicity non racconti dunque qualcosa di autobiografico?

La serie nasce da un'idea dello stesso Fincher, il quale firmerà la sceneggiatura della prima stagione con Bob Stephenson, attore semi-sconosciuto che vanta una serie di precedenti partecipazioni a rinomatissime opere sia del mondo cinematografico (Zodiac, Fight Club, Transformers) che televisivo (Agents of S.H.I.E.L.D, Ally McBeal, CSI – Scena del crimine). A completare la squadra sarà poi Rich Wilkes, scrittore di Gangster per giocoxXx

Scelto anche il protagonista, che avrà il volto di Charlie Row. Classe 1996, il giovanissimo interprete sfoggia già un curriculum di tutto rispetto, avendo recitato in film come La bussola d'oro, I love Radio Rock e Non Lasciarmi. Più recentemente, l'abbiamo visto anche in Red Band Society, remake americano di Braccialetti rossi

[Leggi anche: David Fincher contro la politica degli Studios hollywoodiani]

Chi si aspettava un immimente ritorno di Fincher al cinema dopo il bellissimo L'amore bugiardo rimarrà dunque deluso. Il film fu un successo sia sul versante dei premi (ben 4 nomination ai Golden Globe e 2 ai Bafta) che del box-office (oltre 338 milioni di dollari guadagnati ai botteghini internazionali, di fronte ad un budget speso di 61), ma evidentemente, dopo una gloriosa carriera nella settima arte, il cineasta si sente attualmente più ispirato dalle possibilità narrative del formato seriale. Poco male, perchè con il sostegno di HBO, siamo sicuri che saprà tirare fuori qualcosa di assolutamente degno. Stiamo pur sempre parlando della casa che negli ultimi anni ha partorito Game of Thrones –  Il trono di spade, The Wire, True Detective, Boardwalk Empire e The Leftovers – Svaniti nel nulla

Categorie generali: 

Facebook Comments Box