Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 5 Novembre 2015

Finalmente online il trailer definitivo di "Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick", nuova attesa opera di Ron Howard che promette veramente una gran dose di meraviglia con cui farsi ipnotizzare nel buio del grande schermo

Heart of the Sea

Abbiamo un ottimo presentimento: salvo un caso di sfortuna assoluta, Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick di Ron Howard sarà bellissimo. 

Punto 1) Lo sentiamo dal nuovo final trailer, che ci fa annusare delle scene di assoluta meraviglia ed evocazione, di quelle che viste sul grande schermo dovrebbero decisamente sprofondare nei nostri occhi e nel nostro cuore grazie ad un calibratissimo mix di sfavillanti effetti visivi (una candidatura all'Oscar per la categoria ci sembra il minimo) e sentimenti vivi, pulsanti e umani. 

Punto 2) Quando Howard è lontano da Dan Brown (Il Codice da Vinci et affini), è ancora cristallino e uno dei migliori cineasti del panorama, e basti vedersi il suo precedente Rush, che ha trasformato un argomento così noioso per noi (il mondo della Formula 1) in un racconto universale e toccante.

Punto 3) Il cast comprende alcuni dei nomi su cui puntare nella gioventù hollywoodiana di oggi. Chris Hemsworth lo conosciamo ormai tutti grazie a Thor, ma poi ci sono Ben Whishaw, Cillian Muphy, Frank Dillane, Charlotte Riley e Tom Holland (futuro Spiderman per la Marvel). Tra i veterani, invece, godremo di Brendan Gleeson.

Punto 4) È in squadra anche un produttore tostissimo come Brian Grazer. Tra le sue precedenti pellicole, possiamo citare J. Edgar di Clint Eastwood, American Gangster di Ridley Scott, Inside Man di Spike Lee e, sempre di Howard, il pluripremiato A Beautiful Mind. Senza contare una miriade di serie tv, su cui spiccano Felicity, 24, Lie to Me e Friday Night Lights.

[Leggi anche: Ron Howard dirige La verità sul caso Harry Quebert]

Punto 5) Abbiamo un geniale direttore della fotografia, Anthony Dod Mantle, forte di opere come Antichrist di Lars Von Trier, The Millionaire di Danny Boyle e Festen – Festa in famiglia di Danny Boyle.

Punto 6) Anche il resto della crew tecnica non scherza, dai montatori abituali di Howard, Daniel P. Hanley / Mike Hill (Apollo 13, Frost/Nixon – Il duello) allo scenografo Mark Tildesey (28 giorni dopo, The Constant Gardener – La cospirazione). 

Punto 7) Il film arriverà negli Stati Uniti l'11 dicembre. E noi lo sappiamo bene quanto le major facciano uscire le loro carte migliori proprio durante quel periodo, in modo da inserirsi per bene nella corsa ai premi. Di più: una volta tanto, in Italia lo avremo addirittura in anticipo, ovvero il 3 dicembre!

Insomma, ripetiamo: l'hype è a mille, e in caso di delusione sarebbe veramente un misfatto colossale. In attesa, godiamoci il trailer nuovo di zecca:

Categorie generali: 

Facebook Comments Box