Ritratto di Maria Giorgia Vitale
Autore Maria Giorgia Vitale :: 29 Settembre 2014

"Enrico Lucherini - Ne ho fatte di tutti i colori", il documentario di Marco Spagnoli, sarà presentato come evento collaterale al Festival Internazionale del Film di Roma.

Marco Spagnoli con Enrico Lucherini

Sarà presentato al Festival Internazionale del film di Roma come evento collaterale, Enrico Lucherini - Ne ho fatte di tutti i colori, un documentario scritto e diretto da Marco Spagnoli.

Per i non addetti ai lavori, Enrico Lucherini è considerato il più grande press agent italiano e nel documentario, si racconterà, ripercorrendo la sua lunga carriera, dagli anni della Dolce Vita fino alla conferenza stampa in cui annunciò il suo abbandono della professione. Lucherini ha inventato uno stile, tutto personale e irripetibile, tanto da creare il neologismo “Lucherinata”. Dunque, un viaggio, che va dal passato al presente, imbastito di materiali inediti che fanno parte del grande cinema italiano in cui proprio Lucherini ha accompagnato amici e colleghi quali Ettore Scola, Giuseppe Tornatore, Carlo Verdone e fatto da talenti con la sua ultima “scoperta” Adua Del Vesco. 

Per Marco Spagnoli, girare Enrico Lucherini – Ne ho fatte di tutti i colori, ha rappresentato un privilegio e anche un divertimento perché «avere accesso ad Enrico Lucherini e al suo mondo, ha significato, infatti, entrare in contatto con uno dei grandi protagonisti della Storia del Cinema italiano: un intellettuale riluttante, uno stratega della comunicazione, un osservatore divertito e divertente, e – soprattutto - una personalità fuori dagli schemi che da oltre mezzo secolo si diletta a raccontare bugie a scopi promozionali, a costruire carriere indimenticabili, ad aiutare con generosità e passione i protagonisti di quel mondo del cinema di cui lui è parte ed espressione, a lanciare dei film di cui comprende in pieno, come il migliore dei cineasti, qualità e difetti, punti di forza e debolezze».

Il regista e critico cinematografico è stato attratto dallo spirito dell’addetto stampa perché è un «grande comunicatore con l’esperienza dell’attore, l’istinto del filmaker, il razionalismo del medico che non è diventato, e la passione dello spettatore, capace di immaginare idee nuove per fare il suo lavoro in maniera unica, affabulando sé stesso e gli altri».

Perciò Enrico Lucherini – Ne ho fatte di tutti i colori, non è un semplice documentario, è un viaggio dietro le quinte di uno degli addetti stampa più celebri d’Italia. Ma, soprattutto, afferma Spagnoli, è «un film su un grande talento di cui non basterebbe una vita intera per raccontarne le gesta lecite e perfino quelle inconfessabili».

Enrico Lucherini - Ne ho fatte di tutti i colori è stato realizzato con i contributi di Giulio Andreotti, Manuela Arcuri, Richard Borg, Monica Bellucci, Cristiana Capotondi, Piero Chiambretti, Maurizio Costanzo, Piera Detassis, Irene Ghergo, Adua Del Vesco, Gabriel Garko, Guido Lombardo, Claudio Masenza, Wanda Osiris, Rocco Papaleo, Leonardo Pieraccioni, Nilla Pizzi, Ettore Scola, Jean Sorel, Giuseppe Tornatore, Totò, Franca Valeri, Carlo ed Enrico Vanzina, Carlo Verdone e Paolo Virzì.

Enrico Lucherini - Ne ho fatte di tutti i colori è prodotto da Polifemo SRL, in associazione con Maremosso e Kobalt Entertainment, in collaborazione con Campari e Sky Arte. Il documentario è in programma per giovedì 23 ottobre alle 17.00 in Sala Petrassi.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box