Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 5 Dicembre 2015

Da "Blackhat" di Michael Mann a "Rock the Kasbah" di Barry Levinson, ecco i peggiori flop cinematografici del 2015, di quelli che hanno sicuramente fatto piangere i produttori

Blackhat

Gli attori famosi, ormai lo sappiamo, non sono necessariamente una garanzia di successo tra i botteghini. Prendiamo ad esempio Rock The Kasbah di Barry Levinson, che vanta un cast che comprende almeno 4 nomi plurinoti: Bill Murray, Bruce Willis, Zooey Deschanel e Kate Hudson. Il suo trailer sembrava pure abbastanza divertente, e Levinson non è certamente il primo mestierante che passa per caso a Hollywood. Ciò nonostante, però, il film si rivelò un autentico flop commerciale: costato 15 milioni di dollari, la produzione è riuscita a portarsene a casa solamente 2,9 milioni!! In pratica, un incubo per chiunque ci abbia investito dei soldi!

Quello di Rock The Kasbah non è sicuramente l'unico caso eclatante dell'anno che sta volgendo al termine, e a ricordarci gli esempi più lampanti è un articolo di Forbes. In lista, ad esempio, anche Gunman di Pierre Morel, autore che aveva decisamente azzeccato i binari giusti con Taken – Io vi troverò. Quale sarà stato l'errore della sua ultima pellicola? Forse l'aver inserito un attore come Sean Penn, non proprio l'interprete più noto nel campo del cinema d'azione. Il risultato? 10,7 milioni di ricavato dalle sale, di fronte ad un budget speso di 40 milioni.

[Leggi anche: Dal "top" al "flop" in pochi anni: ecco 5 celebrità "decadute"]

E se non può assolutamente fregarci nulla di titoli come Jem & The Holograms di Jon M. Chu o Affare fatto di Ken Scott, di certo fa un pochino male vedere dentro anche Blackhat di Michael Mann, un autore che da queste parti amiamo moltissimo. Nessuno avrebbe potuto prevedere il disastro: Mann è un regista rispettato, il genere tira (il cyber thriller d'azione), il protagonista un tizio lanciatissimo (niente di meno che Chris Hemsworth, che molti fan dei cinecomic conosceranno per Thor), e per di più abbiamo anche Viola Davis e due superstar asiatiche come Tang Wei e Andy On.

Eppure, complici forse alcune recensioni negative, la pellicola si è fermata a poco più di 19 milioni di dollari. Un po' pochini, considerato l'investimento iniziale di 70 milioni!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box