Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 17 Febbraio 2015

Il noto cimitero romano del Verano doveva essere una location per la sequenza di un funerale dove James Bond incontra altri personaggi: ma l'Arciconfraternita dei Tartassati non intende permettere che la macchina di Hollywood vìoli il luogo sacro

Spectre

L'ordine religioso dell'Arciconfraternita dei Tartassati rema contro James Bond a proposito di una sequenza prevista nel cimitero del Verano a Roma. Spectre aveva previsto un incontro tra Daniel Craig e altri personaggi del film durante un funerale, quindi niente inseguimenti e sparatorie su terreno consacrato: ma i Tartassati non ci stanno e la produzione si ritrova tartassata a sua volta per l'imprevisto divieto da parte dell'ordine religioso cristiano, che costringerà la troupe ad arrabattarsi per trovare il permesso di girare in un contesto paragonabile a quello del Verano. 

Avvia la prova gratuita su MUBI

Sam Mendes voleva proprio approfittare del suggestivo set del Verano e delle prestigiose tombe e sepolcri che esso ospita, come quello del poeta nazionale Goffredo Mameli, per la sua sequenza funeraria in cui calare il suo 007. Il sito, costruito circa 2.000 anni fa sulle rovine di una necropoli, è considerato inviolabile da mezzi e strumenti della macchina cinema e l'Arciconfraternita è intenzionata a proteggere a tutti i costi il suolo santo dall'invasione di Hollywood e dei suoi lustrini.

[Leggi anche: Bond arriva nella capitale, ma Roma deve ripulire i set di Spectre]

Dunque la produzione, che fa riferimento alla Metro Goldwyn Mayer, si è buttata in frettissima su largo Gianni Agnelli, cioè la piazza d'ingresso al grande Museo della Civiltà Romana nel quartiere dell'Eur. Il luogo, di notevole fascino estetico, già in passato è stato scelto come set per pellicole di Hollywood, come Equilibrium con Christian Bale, e che oggi non presenta, fortunatamente, particolari problemi di praticabilità visto che il Museo è al momento chiuso.

Il sindaco Ignazio Marino ha ricevuto una richiesta a riguardo "a causa di problemi tecnici sorti a contatto con l'Arciconfraternita dei Tartassati" lo scorso mercoledì. Il cimitero è solo l'ultimo bastone tra le ruote della produzione di Spectre, che è stata respinta anche nell'intento di girare una scena di inseguimento presso la nota zona Quattro Fontane, dove ci sono preziose fontane barocche del sedicesimo secolo.

Per altro il Sun riporta che il recente infortunio patito da Craig, che doveva risolversi inizialmente in breve, sta causando non pochi problemi all'attore e compromettendo il calendario delle riprese.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box