Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 17 Novembre 2014

Si vocifera che l'attore due volte premio Oscar per "Bastardi senza gloria" e "Django Unchained" possa essere uno dei cattivi nel prossimo film su 007, per ora noto come "Bond 24". Waltz dovrebbe interpretare un'astutissima nemesi del protagonista

Christoph Waltz

Christoph Waltz, l'attore due volte premio Oscar lanciato nell'Olimpo di Hollywood da Tarantino, potrebbe prendere parte al prossimo Bond nei panni di una nemesi tornata a mettere i bastoni tra le ruote al buon vecchio agente segreto della corona britannica. Bond 24, titolo provvisorio per la pellicola non ancora denominata, pare quindi aver trovato il suo primo villain nel volto glaciale e trasformista di Waltz, sicuramente uno dei più gettonati e ricercati sul mercato oggi come oggi. 

La notizia viene dal Daily Mail, che parla di ruolo significativo e di un personaggio dall'incredibile furbizia. Il giornale aggiunge anche che l'attore ha incontrato Daniel Craig - che torna nei panni di James Bond - e i produttori Barbara Broccoli e Michael G. Wilson. L'agente di Waltz non ha confermato né smentito, così come la compagnia di produzione di Bond, Eon.

Se Waltz venisse confermato andrebbe ad arricchire un cast che include già Naomie Harris, Ralph Fiennes e Ben Whishaw. Lo scorso mese si è diffusa velocemente la voce dell'ingaggio della francese Lea Seydoux come leading woman del film, ma ancora l'annuncio ufficiale non c'è stato in nessun comunicato stampa. Il film dovrebbe entrare in produzione nelle prossime settimane presso i Pinewood Studios di Londra, per altro andando a occupare la parte di studio appena lasciata dalla produzione di Star Wars: Episodio VII - Il risveglio della Forza. Inoltre dovrebbe esserci anche il Marocco come location prescelta.

[Leggi anche: Sam Smith registrerà la theme song del prossimo James Bond]

Christophe Waltz nasce nel 1956 in Austria da una coppia di operai del mondo teatrale. Dopo una lunghissima gavetta nelle serie tv austriache e tedesche - tra le quali alcune vecchie conoscenze della programmazione italiana come L'ispettore Derrick, Un caso per due, Il commissario RexIl commissario Köster - viene scelto da Tarantino nel 2009 per il ruolo del "cacciatore di ebrei" in Bastardi senza gloria e nel 2012 per Django Unchained: per entrambi i ruoli Waltz vince l'Academy come Miglior Attore non Protagonista. 

Nel giro di pochi anni è stato scelto anche da Polanski, Gondry, Gilliam e Burton. La sua carriera è decollata grazie all'intensità della recitazione oltre che alla versatilità, basti pensare che in Bastardi senza gloria ha parlato ben quattro lingue. Nel 2000 era comparso in una co-produzione diventata cult per la presenza di un giovane Colin Farrell, Kevin Spacey e Linda Fiorentino, Un perfetto criminale.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box