Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 23 Settembre 2015

Siete degli aspiranti sceneggiatori e avete bisogno di qualche dritta? Allora leggete cos'ha detto in proposito Billy Ray, sceneggiatore di note pellicole come "Captain Phillips - Attacco in mare aperto" e "Hunger Games"

Billy Ray è senza ombra di dubbio uno degli sceneggiatori più affermati dell'attuale panorama hollywoodiano, complice il successo di pellicole come Captain Phillips – Attacco in mare aperto, Hunger Games, State of Play e Breach – L'infiltrato. Ospite nel 2012 all'Academy Nicholl Fellowship Awards, ecco alcuni suoi consigli ai giovani aspiranti professionisti, come riportatici da No Film School.

“Quando ogni immagine è possibile, nessuna immagine è ormai così impressionante”.

Secondo l'autore, le tecniche sempre più sofisticate del cinema hanno contribuito a cambiare la maniera in cui gli spettatori percepiscono le immagini. Quando nel 1993 Jurassic Park di Spielberg arrivò nelle sale, il pubblico rimase incantato, ma oggi, dalla computer grafica l'audience si aspetta ormai solo degli effetti fotorealistici. Per questo motivo, dovrete impegnarvi molto di più per riuscire a escogitare delle idee e delle storie che possano essere innovative, senza basarvi semplicemente sugli effetti visivi per catturare i cinefili.

“Riuscirete a guadagnarvi da vivere non scrivendo, ma ri-scrivendo. La grazia e l'efficienza con cui lo farete contribuirà alla vostra definizione”.

Tradotto in: ogni sceneggiatura che scriverete riceverà infinite note di correzione, soprattutto se state lavorando per una grande produzione. Due le reazioni possibili: arrabbiarsi e diventare difensivi nei confronti della propria sceneggiatura, oppure aprirsi alle reazioni ed essere disposti ad ascoltare. Pur non essendo d'accordo con le eventuali note, rimangono comunque utili a capire come il pubblico esterno possa percepire il vostro script.

[Leggi anche: Come lavora uno sceneggiatore? Video lezione di un premio Oscar]

“Il controllo sul tuo lavoro dipende unicamente dalla tua volontà di lavorare duramente”.

Per quanto possiate già essere sulla cresta dell'onda o gli sceneggiatori più affermati del panorama, esiste sempre lo spazio per migliorare e lavorare più duramente. Questo significa scrivere, riscrivere, leggere e rileggere, accettando suggerimenti e tenendo una mente aperta per ogni possibile influenza o consiglio esterno. E tutto questo, con assoluta costanza, ogni singolo giorno senza fermarvi mai. 

Siete d'accordo con le affermazioni di Ray? Avreste altri consigli aggiuntivi per i neofiti? Diteci la vostra!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box