Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Gennaio 2016

Per uno sceneggiatore è già difficilissimo scrivere un finale che sia decente, figuriamoci un finale a sorpresa. Ecco qualche consiglio dal sempre ottimo NoFilmSchool

Il sesto senso

Per uno sceneggiatore è già difficilissimo scrivere un finale che sia decente, figuriamoci un finale a sorpresa. Eppure, ormai lo sappiamo, per certi generi e occasioni è esattamente l'epilogo più potente, quello che maggiormente funziona per shockare lo spettatore, iniettandogli una forte dose di stupore e disagio, magari pure con un po' di angoscia annessa. Ma come scrivere un degno finale a sorpresa? Ecco qualche consiglio dal sempre ottimo NoFilmSchool. Attenzione agli SPOILER negli esempi citati:

CAMBIARE L'IDENTITÁ DEL PROTAGONISTA
E questo è veramente un twist fenomenale. In Il sesto senso scopriamo che Bruce Willis è niente di meno che solo un fantasma; in Fight Club il Tyler Durden di Brad Pitt nemmeno esiste, ma è solo frutto dell'immaginazione, un po' come la mamma di Norman Bates in Psycho. E gli esempi sarebbero veramente infiniti.

RIVELARE UN CAMBIAMENTO NELLA MOTIVAZIONE
Tradotto in: fai pensare all'audience che un personaggio stia facendo una determinata cosa per un motivo, salvo poi rivelare che quel motivo è in verità ben diverso. E qui, sbucano fuori tantissimi personaggi che sembravano buoni ma che invece si scoprono essere degli autentici villain. Anche in questo caso, a darci l'esempio più lampante è quel genio di M. Night Shyamalan, e pensiamo ad Unbreakable e all'identità di Samuel L. Jackson.

 

 

IL MONDO CAMBIA IMPROVVISAMENTE ATTRAVERSO GLI OCCHI DEL PROTAGONISTA
L'eroe di turno scopre un dettaglio, e tutto d'un tratto il suo universo cambia totalmente senso, diventando una cosa completamente differente. A volte, questo capovolgimento non arriva sul finale, ma funge direttamente come motore dell'azione, e pensiamo a Matrix dei Wachowski o a The Truman Show di Peter Weir. Messo nell'epilogo, però, assume certamente una potenza ancora più sentita.

[Leggi anche: I migliori finali di film horror. Sequenze shock e twist endings]

Insomma, come avrete ormai capito, ci sono diverse maniere per creare un finale che sorprenda il pubblico. Voi scegliete pure la strada che più vi aggrada, ma ricordatevi una cosa forse banale, ma imprescindibile: il twist funziona non solo quando arriva in maniera inaspettata, ma anche quando dà l'impressione, allo spettatore, che le cose non sarebbero proprio potute andare diversamente, e che anzi, la rivelazione finale altro non faccia che dare un senso a tutti gli indizi che sono stati sparpagliati per tutto l'andamento della pellicola. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box