Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 8 Febbraio 2016

Le riprese dell'evento sportivo più importante di tutti gli Stati Uniti sono state effettuate con la nuova action camera della Nikon

Nikon KeyMission 360

Nella notte tra il 7 e l’8 febbraio negli Stati Uniti, a Santa Clara in California, si è tenuto uno degli eventi mediatici e sportivi più attesi dell’anno: il cinquantesimo Super Bowl, l’incontro finale che decide il campione della National Football League, lega di football americano.

È uno degli show televisivi più seguiti e non si tratta solo di un evento sportivo, infatti, per il 2016 sono intervenute personalità come Lady Gaga e Beyoncé. Un aspetto su cui ci si sofferma poco però è quello di considerare quali sono le menti e le tecnologie che stanno dietro alle riprese. C’è un lavoro di regia e di scelta dei supporti non indifferente e la novità di quest’anno è che il pubblico ha potuto assistere al Super Bowl da un punto di vista completamente nuovo.

Per la prima volta infatti le riprese sono state effettuate con un modello di macchina da presa Nikon ancora non disponibile sul mercato.

Si chiama Nikon KeyMission 360 e grazie ad un sistema di doppie lenti ed obiettivi permette una visione a 360 gradi.

Dovrebbe quindi trattarsi di una nuova esperienza che permetterà di immergersi ancora di più nell’evento grazie ad una prospettiva totalizzante.

Si tratta del primo modello di action cam per la casa giapponese che nel progettarla ha pensato agli appassionati di sport estremi. Infatti oltre ad essere impermeabile fino a 30 m, è anche resistente alle basse temperature, alla polvere e agli urti.

Sarà quindi una perfetta vetrina per il nuovo modello di camera che verrà lanciata sul mercato questa primavera al costo di circa mille dollari.

[Leggi anche: Nikon D810 promette di soddisfare anche i videomaker più esigenti]

La resa delle immagini è altissima infatti la Nikon KeyMission 360 è in grado di registrare in qualità Ultra HD 4K. Nel corpo macchina sono presenti due sensori, ognuno in grado di registrare con un angolo di campo di 180°, una volta registrate le immagini il software interno le combina e permette una prospettiva di 360°.

Uno spot non indifferente per la Nikon considerando che il Super Bowl è uno degli eventi in cui le pubblicità vengono pagate diversi milioni di dollari.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box