Ritratto di Sandra Martone
Autore Sandra Martone :: 31 Ottobre 2014

Dylan Dog - Vittima degli eventi il primo progetto cinematografico italiano finanziato con crowdfunding online dal 2 novembre su youtube

Dylan Dog - Vittima degli eventi

Il suo nome è ispirato al poeta gallese Dylan Thomas, il suo aspetto all’attore britannico Rupert Everett che nel 1994 ha interpretato sul grande schermo Francesco Dellamorte, ovvero la prima versione del personaggio di fantasia nato dalla penna di Tiziano Sclavi e disegnato per la prima volta da Angelo Strano: Dylan Dog.

Dopo l’ufficiale film del 2007 prodotto, tra gli altri, dai Platinum Studios a tutt’oggi detentori dei diritti cinematografici dell’indagatore dell’occulto e a due anni da Il cane russo, progetto indipendente che ha preso liberamente spunto da Incubus (omonima storia contenuta nell’albo 77 di Dylan Dog) i The Pills e i The Jackal, i due fenomeni di YouTube del momento, si sono uniti e attraverso il sito di crowdfunding indiegogo hanno racimolato 35.000 euro per mettere in scena un fan movie dedicato all’Old Boy del fumetto italiano.

[Leggi anche: Dylan Dog - Vittima degli eventi: dal fumetto il primo fan movie]

In una Roma insolitamente dark tentano di sbarcare faticosamente il lunario Dylan e il suo fedele assistente Groucho. Dopo sette mesi in cui nessun caso che sfiori il paranormale ha dato lavoro ai due protagonisti, bussa alla porta dell’inquietante studio del detective Adele una giovane ragazza succube di terribili incubi che spesso sfociano in vere e proprie visioni.

Una regia magistrale (considerando il limitato budget e gli altrettanto scarni mezzi a disposizione), una fotografia ottima e una scenografia che ricalca, specialmente negli interni, gli ambienti in cui Dylan si muove nelle sue avventure, non bastano a salvare un prodotto la cui scrittura è supponente tanto nella sceneggiatura quanto nei dialoghi, soprattutto interiori, del protagonista interpretato da Valerio Di Benedetto, totalmente fuori parte a causa principalmente del suo forte accento romano che gestisce faticosamente e che lo allontana irrimediabilmente dal personaggio. Accanto a lui, nei panni di Groucho, c’è Luca Vecchi (anche sceneggiatore) che, anche se in maniera eccessivamente caricaturale, è comunque stato in grado, complice la notevole somiglianza fisica, di impersonare quantomeno coerentemente la spalla destra di Dylan Dog.

[Leggi anche: Dietro le quinte di Vittima degli eventi]

Se da un lato per la parte tecnica Dylan Dog vittima degli eventi, che vede alla regia il bravo Claudio Di Biagio, riesce a uscire dal seminato del mero prodotto per il web rendendo il primo esperimento italiano finanziato dal basso qualitativamente più che dignitoso e competitivo, dall’altro la scelta del cast (a parte la bravissima Milena Vukotic e il grande Alessandro Haber che in più di un’occasione salvano alcune scene), la storia e la sua narrazione portano l’intero progetto ad essere niente di più che una patinata e presuntuosa goliardata tra amici.

[Ti può interessare: Dylan Dog. Esistenza, orrore, filosofia]

Il trailer di Dylan Dog Vittima degli eventi

Categorie generali: 

Facebook Comments Box