Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 27 Dicembre 2015

Il cinema d'autore resiste e l'anno prossimo sono in arrivo nelle sale i nuovi film di grandi registi come Refn e Kaufman

Anomalisa

Con la fine dell’anno ci si mette spesso a guardarsi indietro, ad analizzare il passato. Ecco quindi che insieme alle crisi personali arrivano anche le classifiche dei film più belli degli ultimi dodici mesi, i consigli per gli acquisti per i più pigri. Ma questo è anche un momento dell’anno in cui bisogna guardare avanti, dedicarsi a quell’impegnativa e sudata attività chiamata “propositi per l’anno che verrà”. C’è, come sempre, anche il lato positivo: nel 2016 uscirà sicuramente un film che stavate aspettando. Oltre ai soliti prequel e sequel c’è un’altra etichetta anglofona che piace a tanti cinefili: indie. Film più o meno piccoli che raccontano storie di persone più o meno normali. Vediamo quali sono i cinque titoli più attesi dei prossimi mesi

The Circle
James Ponsoldt (Smashed, The Spectacular Now) ci riprova, il suo modo di raccontare per certi versi la letteratura contemporanea al cinema è piaciuta e per questo dopo The End of the Tour, dedicato all’incontro di due scrittori come David Foster Wallace e David Lipsky, questa volta parte da un romanzo di Dave Eggers (Il cerchio). Nel cast Tom Hanks ed Emma Watson.

Salt and Fire
Werner Herzog mette da parte il documentario e torna anche lui ad una fonte letteraria con un racconto del giovane scrittore Tom Bissell. In rete circolano poche informazioni, quello che si sa è che probabilmente si tratterà di un thriller in cui questioni di ecologia avranno come scenario la magia dei vulcani. L’attore Michael Shannon torna a lavorare con il maestro del cinema tedesco dopo My Son, My Son, What Have Ye Done del 2009, a loro si aggiunge Gael García Bernal.

The Neon Demon
Un’altra storia di inquietudine e violenza per il regista Nicolas Winding Refn. Questa volta il film è ambientato a Los Angeles, città dove un’aspirante modella si trasferisce per cercare di sfondare nel mondo della moda. Purtroppo per lei però la sua vitalità verrà divorata da un gruppo di donne ossessionate dal mito del corpo.

[Leggi anche: Lionsgate continua gli investimenti milionari sul cinema indie britannico]

La la land
Non è ormai una star da film indie visto il suo successo mondiale, ma Ryan Gosling non poteva mancare. Eccolo nel nuovo film del regista dell’acclamato Whiplash. Si tratta di un’altra storia ambientata nel mondo della musica: l’attore di Come un tuono interpreta un pianista jazz ed è affiancato da Emma Stone. Si ritrova quindi la coppia di Crazy, Stupid Love e di Gangster Squad.

Anomalisa
Charlie Kaufman torna alla regia in modo splendido, supera Synecdoche, New York – il suo ultimo film – e dà prova di come l’animazione in stop-motion riesca a raccontare la depressione e l’intimità. È un film – co-diretto con Duke Johnson – che sa descrivere il sesso in modo efficace e nuovo, che saprà commuovere e far sorridere parlando di uno degli argomenti che l’artista conosce meglio: i sentimenti.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box