Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 22 Febbraio 2015

Aver premiato "Crash" invece di "Brokeback Mountain", oppure "Shakespeare in love" al posto di "Salvate il Soldato Ryan". Ecco gli errori di cui i membri dell'Academy si stanno pentendo di più

Oscar

Anche (e sopratutto) gli Oscar commettono sbagli che non rifarebbero se potessero tornare indietro nel tempo. Vincitori di cui si sono pentiti, ma a cui è ormai troppo tardi per porre rimedio. A svelarne alcuni è l'Hollywood Reporter, che ha chiamato in appello un centinaio di membri dell'Academy per farli rivotare alcune edizioni, provando a riparare, almeno sulla carta, il loro precedente torto.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Ad esempio, scopriamo che oggi, il vincitore ideale dell'Academy per gli Oscar del 1999 non sarebbe più Shakespeare in Love di John Madden, bensì Salvate il Soldato Ryan di Steven Spielberg. Ricordiamo che quell'anno Spielberg si dovette “accontentare” della statuetta come Miglior Regia, in quanto il trofeo come Miglior Film è invece andato alla commedia romantica in costume interpretata da Gwyneth Paltrow e Joseph Fiennes.

[Leggi anche: Chi vincerà agli Oscar 2015? Ecco le nostre previsioni]

Stessa cosa per il 2006: dovessero rivotare, il trionfatore non sarebbe più Crash di Paul Haggis, bensì Brokeback Mountain di Ang Lee, anch'egli sconfitto all'ultimo nonostante fosse dato per favorito. E se nel 1995 l'Academy avesse votato con la medesima testa di oggi, anche Forrest Gump, celebre film di Robert Zemeckis, sarebbe tornato a casa perdente; infatti, a quanto emerso dal sondaggio, oggi i giurati preferirebbe votare come Miglior Film Le ali della libertà di Frank Darabont, pellicola la cui fama è cresciuta a dismisura negli anni a venire, tanto da essere tra i titoli più amati dalla comunità cinefila più vasta del mondo, IMDb.

[Leggi anche: Sorrentino, Tony Renis, Assayas e Vinterberg nuovi giurati Oscar]

Un'altra sorpresa? Nel 1977 Rocky di John G. Avildsen avrebbe perso contro Tutti gli uomini del presidente di Alan J. Pakula, nonostante ad oggi il mitico personaggio interpretato da Sylvester Stallone rimanga nettamente più famoso, tanto da essere entrato a pieno diritto nell'immaginario culturale collettivo. Nel 1990 invece, Il mio piede sinistro di Jim Sheridan avrebbe trionfato su A spasso con Daisy di Bruce Beresford; una decisione anomala questa, in quanto quell'anno concorrevano altre pellicole che poi sarebbero diventate cult, e pensiamo a L'attimo fuggente di Peter Weir o a Nato il 4 Luglio di Oliver Stone.

Ricordiamo che l'edizione 2015 degli Oscar si svolgerà finalmente questo 22 Febbraio. Quanti errori di cui si pentiranno vedremo in diretta?

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box