Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 27 Giugno 2015

Si svolgerà dal 29 giugno al 5 luglio la 18a edizione del Genova Film Festival. Oltre 120 le proiezioni previste, tra cui un focus sul cineasta turco-tedesco Fatih Akin e su Luigi Lo Cascio

Luigi Lo Cascio

Tutto pronto per il Genova Film Festival 2015, che si svolgerà dal 29 giugno al 5 luglio. In programma 120 proiezioni per festeggiare la 18a edizione, rendendo parecchio felici i cinefili del capoluogo ligure e dintorni, i quali potranno godere di focus, cortometraggi, documentari, film del passato e tante altre meraviglie. Tra gli eventi più attesi, la sezione Oltre il confine, quest'anno dedicata a Fatih Akin, cineasta turco-tedesco responsabile di titoli strapremiati come La sposa turca (Orso d'oro a Berlino, due European Film Award tra cui Miglior Pellicola), Ai confini del paradiso (Miglior sceneggiatura a Cannes, quattro riconoscimenti agli Oscar tedeschi), e Soul Kitchen (Premio della Giuria a Venezia). Per l'occasione, a Genova sarà proiettata anche Kebab Connection di Anno Saul, commedia romantica del 2004 sceneggiata proprio da Akin, così come il suo documentario Crossing the Bridge – The sound of Istanbul, vivace ritratto della scena musicale turca. 

La sezione Ingrandimenti sarà invece dedicata ad uno dei massimi talenti dell'attuale cinema italiano, Luigi Lo Cascio, di cui si onorerà la carriera come attore (che l'hanno portato a collaborare con registi come Marco Tullio Giordana, Cristina Comencini, Giuseppe Piccioni, Pupi Avati, Giuseppe Tornatore, Mario Martone, Paolo Virzì, Francesca Archibugi, e addirittura Spike Lee), ma anche il debutto registico avvenuto nel 2012 con La città ideale, presentato alla 69a Mostra lagunare dove ha vinto il Young Cinema Award. 

[Leggi anche: Recensione di Il nome del figlio | Commedia familiare per Archibugi con un cast in prima linea]

Tra gli altri punti forti del festival, il Concorso Nazionale Cortometraggi, che vedrà la presenza di alcuni nuovi talenti della scena italiana. 350 le opere che hanno tentato di essere selezionate, ma solo 17 sono arrivate alla fase finale. Tra queste, diverse vantano dei nomi notissimi come protagonisti, da Roberto Herlitzka a Gianfelice Imparato, passando per Ambra Angiolini e Barbara Bouchet. E non è tutto, in quanto la manifestazione ligure presenterà anche progetti inerenti il territorio, workshop di analisi del linguaggio cinematografico, e tante altre cose. Per il programma completo, date un'occhiata al sito ufficiale del festival.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box