Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 15 Maggio 2015

Festa della donna al Festival di Cannes 2015. Diversi gli eventi previsti nei prossimi giorni, tra cui una cena di gala per celebrare tre icone femminili come Jane Fonda, Olivia De Havilland e la produttrice Megan Ellison

Jane Fonda

Festa delle donne al Festival di Cannes 2015. La sera del 17 maggio, infatti, si terrà una cena di gala per onorare tre personalità femminili tra le più importanti della settima arte. A iniziare da Jane Fonda, vecchia leonessa di Hollywood, vincitrice di due Oscar come Miglior Attrice (per Uno squillo per l'ispettore Klute di Alan J. Pakula nel 1972 e per Tornando a casa di Hal Ashby nel 1979), di svariati Golden Globe e pure di un Emmy. In riviera francese riceverà stavolta uno speciale Women in Motion award, non solo per la sua sfavillante carriera cinematografica, ma anche per il suo impegno umanitario per la pace, le donne e l'uguaglianza.

Onorata anche Megan Ellison, tra le produttrici più importanti del panorama, fondatrice della Annapurna Pictures. Tra le pellicole che ha recentemente contribuito a realizzare, possiamo citare Foxcatcher – Una storia americana di Bennett Miller, American Hustle – L'apparenza inganna di David O. Russell, Lei di Spike Jonze e Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow. Tutti film catapultati nelle varie cerimonie di premiazioni, e che talvolta sono finiti pure a portarsi a casa più di una statuetta. Attualmente, la donna sta anche lavorando su Joy, nuova pellicola di O. Russell, il quale ha riunito nuovamente i suoi attori preferiti: Bradley Cooper, Jennifer Lawrence e Robert De Niro.

Infine, la cena di gala celebrerà un'autentica icona del cinema americano, ovvero Olivia De Havilland, quasi centenaria, è nata nel 1916, attiva dagli anni '30 e con un'invidiabilissima filmografia che comprende Via col vento di Victor Fleming, Piano... piano, dolce Carlotta di Robert Aldrich e La leggenda di Robin Hood di Michael Curtiz. Insomma, praticamente una leggenda vivente, di quelle che garantiscono standing ovation a non finire. Senza contare che la De Havilland fu proprio la prima donna ad aver presieduto la giuria di Cannes, ed era il 1965.

[Leggi anche: Kristen Stewart all'attacco di Hollywood: "È disgustosamente sessista"]

Gli eventi incentrati sul gentilsesso proseguiranno poi nei successivi giorni festivalieri. Attesissime, in particolare, sono le conferenze sul ruolo della donna nel cinema odierno, le quali vedranno come protagoniste, in veste di speaker, Salma Hayek, Isabella Rossellini, Frances McDormand, Golshifteh Farahani, Christine Vachon e Claire Denis.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box