Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 1 Agosto 2017

In attesa della seconda edizione del Premio MigrArti oggi 1 agosto all’Arena Groupama (ore 21,30) L'Isola del Cinema proietterà i corti vincitori presentati alla 73a Mostra Internazionale d'arte cinematografica di Venezia

No Borders

In attesa della seconda edizione del Premio MigrArti oggi 1 agosto all’Arena Groupama (ore 21,30) L'Isola del Cinema proietterà i corti vincitori presentati alla 73a Mostra Internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Sarà presente Paolo Masini, promotore del progetto e consigliere del Ministro della Cultura Dario Franceschini, e gli autori delle opere. In programma, quindi: il primo classificato No borders di Haider Rachid, Babbo Natale di Alessandro Valnti e Amira di Luca Lepore, vincitori ex equo per la categoria fiction. E Naufragio con spettatore di Fabio Cavalli, vincitore della menzione speciale documentari.

Ricordiamo che MigrArti è un progetto nato per favorire la conoscenza di chi sono gli immigrati e i nuovi italiani che nel nostro Paese sono venuti a vivere a partire proprio dai ragazzi di seconda generazione, che rappresentano quel Meltin pot di tradizioni, culture e creatività. E che a Venezia la giuria che ha valutato e votato i corti in concorso era presieduta da Ferzan Özpetek e composta da Enrico Magrelli, critico cinematografico, Mauro Valeri dell'Unar, Paolo Masini del MiBACT e dal sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini.

“Con il progetto Migrarti – ha sottolineato il ministro Franceschini – stiamo cercando di colmare un colpevole ritardo e favorire la conoscenza delle tante culture e delle diverse comunità che vivono in Italia. Per chi, come me, si occupa della cultura della nazione è un dovere e un’opportunità interessarsi e valorizzare tutte le culture presenti sul territorio”.

No Borders (10’).Vincitore Premio Migrarti di Haider Rashid.
Visibile con una tecnologia all’avanguardia, un visore da indossare come una maschera consente al pubblico di entrare nel documentario non come spettatori ma come persone che prendono parte al mondo dei migranti.Realizzato con la collaborazione del Centro Baobab di Roma e del gruppo No Borders e con la partecipazione dell’attore Elio Germano.

Babbo Natale (15’).Vincitore Fiction ex aequo, di Alessandro Valenti, prodotto dalla Saietta film di Edoardo Winspeare e da Gustavo Caputo in collaborazione con la Fondazione Emmanuel. Racconta l’incontro tra due bimbi africani sbarcati sulle coste salentine con un uomo vestito da babbo natale.

Amira (10’) Vincitore Fiction ex aequo; di Luca Lepone è una produzione pugliese Ozfilm Produzioni Cinematografiche e Recplay. Protagonista una giovane che quotidianamente, alla stessa ora, inscena una danza. Chi la vede la giudica pazza perché non conosce il motivo che la muove.

Naufragio con spettatore (15’) Menzione speciale documentari
di Fabio Cavalli prodotto da Laura Andreini Salerno è un documentario che racconta i migranti che vivono nel carcere di Rebibbia. Cavalli, fu co-sceneggiatore del film dei fratelli Taviani Cesare deve morire e da anni realizza attività teatrali nel carcere romano.

Il resto della programmazione:

All’Arena Groupama in programma, per la rassegna International, Adorabile Nemica di Mark Pellington. Altra proiezione al Cinelab alle ore 22.00 per la rassegna Ciak d’Italia, 7 minuti di Michele Placido.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box