Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 8 Novembre 2014

A Los Angeles si terrà l'anteprima della versione restaurata di un classico della cinematografia italiana contemporanea. Nella cordata di personaggi che hanno supportato il restauro di "Nuovo Cinema Paradiso" ci sono Dolce, Gabbana e Danny DeVito

una scena di "Nuovo Cinema Paradiso"

L’anteprima mondiale della versione restaurata di Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, prodotto da Franco Cristaldi e resa possibile grazie al supporto di Dolce&Gabbana, in collaborazione con Luce Cinecittà e la Cineteca di Bologna, si terrà il 10 novembre presso l’Egyptian Theatre di Los Angeles e rappresenta il primo tributo al film che nel 1989 vinse il Grand Jury Award al Film Festival di Cannes, e l’anno dopo l’Oscar ®come Miglior Film Straniero. Danny DeVito, il poliedrico attore, regista e produttore americano, presenterà la serata in omaggio alla sua grande passione per il cinema italiano.

Dalle note di restauro di Cineteca si apprende che il restauro a risoluzione 4k della versione corta di Nuovo cinema Paradiso è stato realizzato a partire dal negativo camera originale. Nel corso della storia produttiva del film, il negativo originale fu tagliato per creare la versione corta, oggetto di questo restauro, e solo in un secondo momento riportato alla versione lunga. Questi successivi interventi di montaggio hanno modificato il negativo originale rendendo necessario il ricorso ad altri elementi, stampati prima dei rimontaggi, per la ricostruzione della versione originale corta. Come riferimento di montaggio della versione corta sono stati utilizzati un internegativo e un positivo d’epoca che sono stati comparati con l’ultima versione del negativo. Grazie a questa comparazione sono state individuate tutte le differenze tra il negativo rimontato e la versione corta da ricostruire.

In particolare alcune inquadrature nell’ultima versione furono completamente sostituite. Il negativo delle inquadrature estratte dal negativo originale era stato conservato in alcune scatole contenenti altro girato del film ed è stato possibile quindi recuperarlo e reintegrarlo nella versione restaurata. La fase di correzione colore è stata direttamente supervisionata dal regista Giuseppe Tornatore e dal direttore della fotografia Blasco Giurato. Una copia positiva d’epoca è stata utilizzata come riferimento. Il suono è stato acquisito e restaurato a partire dal set di magnetici originali con musica ed effetti separati. Anche questa fase è stata seguita direttamente dal regista.

[Leggi anche: Il meglio del cinema italiano celebrato e premiato in Canada]

Roberto Cicutto, amministratore delegato e presidente di Luce Cinecittà commenta: “Rendere disponibili  per le nuove generazioni i grandi film italiani è uno dei compiti affidati a Luce Cinecittà dal MiBACT. Da 90 anni siamo i custodi della memoria italiana, compito che svolgiamo divulgando il  nostro patrimonio storico e contemporaneo senza prescindere dalle nuove tecnologie. Ecco perché ogni occasione per celebrare grandi autori e grandi film deve diventare strumento per una loro nuova diffusione. Nuovo Cinema Paradiso rinasce, grazie alle immagini ed al sonoro recuperati ed impreziositi da strumenti tecnici all’avanguardia, che hanno permesso a Tornatore di far tornare a risplendere il suo capolavoro”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box