Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 12 Settembre 2014

Si svolgerà dal 17 al 21 Settembre l'ottava edizione di Some Prefer Cake: Bologna Lesbian Film Festival. Ricco e variegato il programma, tra proiezioni di pellicole inedite, workshop, feste, mostre fotografiche e presentazioni di libri

Les adieux a la reine di Benoit Jacquot

Si svolgerà dal 17 al 21 Settembre l'ottava edizione di Some Prefer Cake: Bologna Lesbian Film Festival, rassegna di proiezioni ed eventi a sfondo saffico. Ricco e variegato il programma: oltre ai film, sono previste feste, workshop, esibizioni di danza e presentazioni di libri. Dunque, un occasione non solo per vedersi su grande schermo delle pellicole inedite e mai mostrate nel nostro paese, ma anche per buttarsi nella mischia generale di questo mood.

Particolarmente numorosi, quest'anno, sono i biopic dedicati a importanti figure del mondo queer: ecco dunque i documentari su Alice Walker, Violette Leduc, Gloria Anzaldùa, Tove Jansson, Thérèse Clerc, Elizabeth Streb e Bernice Bing. Ovviamente, non ci sono solo documentari, e fra le opere più narrative troviamo Les Adieux A la Reine di Benoit Jacquot, rinomato autore francese già presente allo scorso Festival di Venezia. Al centro della pellicola, la mitica reggia di Versailles nel suo momento più turbolento, il 1789: qui, la regina Marie Antoinette prepara la sua fuga dal palazzo assieme alla Duchessa di Polignac. Tra gli altri film in programma, ricordiamo poi il bel filippino Anita's Last Cha Cha di Sigfrid Andrea P. Bernardo, Reaching for the Moon di Bruno Barreto (con Miranda Otto e Gloria Pires), Of Girls and Horses della veterana Monika Truet e l'italiano Le pietre e l'amore, diretto da Milli Toja. A decretare il migliore dei lungometraggi fiction, una giuria formata da Lucia Jorini, La Mile e Veronica Noseda, mentre a valutare i documentari saranno Enza Negroni, Linda Chiaramonte e Sara De Giovanni. Tutto questo, senza contare la sezione cortometraggi.

Previsto dal Festival è anche un focus sull'Argentina, il primo paese dell'America Latina ad aver legalizzato le nozze gay, mentre a completare il già succulento line-up è una serie di happening in giro per il capoluogo emiliano, tra lezioni di Tango Queer, mostre fotografiche e feste fino all'alba. Insomma, complimenti vivissimi all'organizzazione di Fuoricampo Lesbian Group, sostenuta dalla Regione Emilia Romagna e da Fondazione Del Monte.

Per maggiori informazioni sul programma, date un'occhiata al sito ufficiale del Festival: http://www.someprefercakefestival.com/

Categorie generali: 

Facebook Comments Box