Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 16 Giugno 2014

La regista italiana Alice Rohrwacher sarà Presidente a Venezia 71 della Giuria per il Premio Opera Prima “Luigi De Laurentiis”, che prende la forma del Leone del futuro e di un assegno di 100.000 USD da dividere tra regista e produttore

Alice Rohrwacker Presidente di Giuria a Venezia

La regista italiana Alice Rohrwacher sarà Presidente della Giuria Internazionale del Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” della settantunesima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2014. La Rohrwacher ha di recente vinto il Gran Premio della Giuria all’ultimo Festival di Cannes con il film Le meraviglie. Tre anni fa il suo primo lungometraggio, Corpo celeste, è stato presentato alla sezione Quinzaine des réalisateurs di Cannes e poi selezionato al Sundance e ai festival di New York, Londra, Rio e Tokyo; il lavoro del 2011 è inoltre stato premiato con l’Ingmar Bergman International Debut Award, il Nastro d’argento, il Ciak d’Oro per la migliore opera prima e il Premio Suso Cecchi D’Amico per la migliore sceneggiatura.

Il festival veneziano di quest'anno aprirà il 27 agosto e si protrarrà fino al 6 settembre, sotto la direzione di Alberto Barbera. La Giuria di cui La Rohrwacher è Presidente è composta da sette personalità eminenti del cinema e della cultura di diverse nazionalità e assegnerà, tra tutti i lungometraggi di tutte le sezioni competitive della Mostra (Selezione ufficiale e Sezioni Autonome e Parallele), il Leone del Futuro - simbolo del Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis” - e un premio di 100.000 USD per gentile concessione di Filmauro e che sarà diviso a metà tra regista e produttore.

Alcuni film premiati come Opera Prima negli ultimi anni sono Le grand voyage (Viaggio alla Mecca) di Ismaël Ferroukhi (2004), 13 - Tzameti di Gela Babluani (2005), Khadak di Peter Brosens e Jessica Woodworth (2006), La zona di Rodrigo Plá (2007), Pranzo di ferragosto di Gianni Di Gregorio (2008), Engkwentro di Pepe Diokno (2009), Cogunluk (Majority) di Seren Yüce (2010), Là-bas di Guido Lombardi (2011), Küf (*Mold*) di Ali Aydin (2012) e White Shadow di Noaz Deshe (2013).

La carriera di Alice Rohrwacher è un'autentica gavetta in luoghi e ruoli disparati. Nata a Fiesole nel 1981, è cresciuta nella provincia di Terni dove ha appreso i segreti e la magia dell'arte dell'apicoltura praticata dal padre, esperienza di gioventù che ha ispirato il suo ultimo film Le meraviglie. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia all'Università di Torino arriva il corso di tecniche narrative alla celebre Scuola Holden nel capoluogo piemontese; poi il Portogallo con un corso di cinema documentario alla Videoteca Municipal di Lisbona, prima di un periodo di residenza a Berlino. Dopo questa formazione e prima dell'avvento del ruolo di regista, Alice è stata sceneggiatrice, montatrice e direttrice della fotografia.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box