Ritratto di Rita Andreetti
Autore Rita Andreetti :: 18 Dicembre 2014

Anche il Presidente degli Stati Uniti in persona, Barack Obama, sostiene l’opera di Richard Linklater, “Boyhood”

Boyhood

Ecco che arriva anche l’alto sigillo del Presidente degli Stati Uniti d’America a confermare il successo meritato dell’opera filmica Boyhood. Una trovata folle e geniale del regista Richard Linklater che adesso riceve il plauso ufficiale di Barack Obama.

Obama lo ha, infatti, definito durante una intervista, il “miglior film di quest’anno”; ma non è solo Obama a pensarla così, vista la razzia di premi che ha raccolto in tutto il mondo, tra cui ricordiamo un Orso d’Argento a Berlino nel 2014. In tanti hanno trovato nella storia di Mason un fascino indescrivibile, nella sua vita a metà tra fiction e realtà, una capacità narrativa mai raggiunta fino ad oggi. Un film che dura un pezzo di vita, una vita riassunta in un film.

“Un rischio nelle arti è necessario al fine di essere un organismo vivente delle arti stesse” ha commentato Ethan Hawke valutando proprio quel rischio che il regista ha affrontato nel progettare la realizzazione del film su un lasso di tempo così esteso. Linklater aveva già lavorato con Hawke (Waking Life, Tape, e ovviamente la trilogia Prima dell’alba, Prima del Tramonto e Before Midnight) e negli ultimi anni questa sinergia aveva mostrato una crescita interessante.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Boyhood ha iniziato il suo percorso di lavorazione nel 2002, quando il protagonista Ellar Coltrane aveva solo 7 anni. Le ultime riprese sono state compiute quando il ragazzo ha raggiunto la maggiore età, per un totale di circa 45 giorni di set e 12 anni di attesa. Nel frattempo regista e attore hanno collaborato anche in Fast food nation.

[Leggi anche: Recensione di Boyhood]

Tornando alla famiglia Obama, la First Lady non ha parlato tanto della storia di Mason, quanto più di un film che esce oggi nelle sale italiane: si tratta di L’amore bugiardo di David Fincher. Il suo apprezzamento tuttavia non elogia pienamente Fincher, dal momento che ha concluso dicendo che “il libro è molto meglio del film”. Peccato per Fincher che non potrà così favorire del sigillo ufficiale di Michelle Obama. L’amore bugiardo è un thriller che racconta di una coppia in crisi tra cui si intreccia il sospetto di un omicidio; il cast è composto da Ben Affleck e Rosamund Pike tra i protagonisti, e la sceneggiatura è scritta da Gillian Flynn, autrice dell’omonimo libro Gone Girl.

Trailer di Boyhood

Categorie generali: 

Facebook Comments Box