Ritratto di Silvia Ricciardi
Autore Silvia Ricciardi :: 19 Maggio 2015

In seguito alla sua interpretazione omosessuale in "Carol", in questi giorni al Festival di Cannes, Cate Blanchett si difende dalle indiscrezioni che la vorrebbero bisessuale

Cate Blanchett

La risposta intelligentemente ironica  e sapientemente critica di Cate Blanchett si conficca dritta e stabile come una freccia tesa a destabilizzare quanti giornalisti volevano indagare sulla vita privata dell’attrice, cercando pretenziose attinenze con il suo complesso personaggio che dà il nome ad uno dei papabili vincitori del Festival di Cannes 2015, Carol. Diretto dal regista nonché sceneggiatore statunitense Todd Haynes, Carol narra la relazione amorosa che intercorre tra due giovani donne. Basato sull’opera scritta da Patricia Highsmith Il prezzo del sale, il lungometraggio ricalca l’interesse reciproco che nasce tra una donna e madre sposata ed una commessa nei primi anni ’50 del Novecento, a New York. Il film ha riscosso un sincero quanto riecheggiante plauso non solo di pubblico, ma anche del mondo della critica, che ha concesso recensioni in cui il film viene ampiamente lodato ed osannato come l’opera più degna di essere incoronata Palma d’oro.

Nonostante il film offra numerosi spunti di riflessione ed approfondimento, è noto come in conferenza stampa i giornalisti cerchino di sottoporre gli artisti a dure prove di banale gossip, cercando di indagare la sfera privata.  Ma Cate Blanchett non si è lasciata cogliere di sorpresa, né ha optato per infruttuose polemiche nel momento in cui le è stato chiesto, a proposito di un’intervista rilasciata a Variety, se fossero veritiere le sue affermazioni circa la sua bisessualità.

[Leggi anche: Cate Blanchett su "Carol" di Todd Haynes: "Non sarà come La vita di Adele"]

Cate Blanchett, dotata non solo di talento attoriale, ma anche di intelligenza intuitiva, ha lasciato decadere dubbi ed illazioni infondate dando sfoggio del suo ingegnoso umorismo: “Se la memoria non mi inganna, la conversazione a cui si fa riferimento nasce dalla domanda che mi è stata posta circa eventuali mie relazioni con altre donne. Quando io ho risposto che sicuramente avevo intessuto numerose relazioni con esponenti del mio stesso sesso, ho anche precisato che, nel caso la domanda si riferisse a relazioni sessuali, la risposta sarebbe stata negativa. Ma ovviamente la seconda affermazioni non è stata presa in considerazione”, tra le risate della folla, l’attrice premio Oscar per Blue Jasmine ha incalzato “Ma il punto è che nel 2015 a chi interessa?”, così Cate Blanchett ha stroncato sul  nascere banali indiscrezioni che non potranno essere materiale per giornalisti alla ricerca del puro scandalo.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box