Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 8 Febbraio 2015

Alejandro Gonzalez Iñárritu ha ottenuto per "Birdman" il massimo riconoscimento per la migliore regia alla premiazione Directors Guild of America (l'associazione dei registi americani)

 Alejandro González Iñárritu riceve il premio alla Regia DGA

Alejandro Gonzalez Iñárritu ha ottenuto per Birdman il massimo riconoscimento per la migliore regia alla premiazione Directors Guild of America (l'associazione dei registi americani), i selezionati che anticipano al novanta per cento quelle più attese dell’Oscar tra pochi giorni. Birdman sta facendo sfracelli, tanto che è lecito aspettarsi i premi come miglior film e regia ai prossimi Oscar solo per quest’opera che ha davvero affascinato chi l'ha già vista per vari motivi. Uno di questi è il linguaggio cinematografico costruito sui lunghi piani sequenza, per i quali qualcuno invece osserva che potrebbero far storcere il naso ai giurati dell’Academy. A questo punto ci si chiede se la qualità cinematografica indubbia di Birdman (ma certo non è la sua unica qualità) possa prevalere sul coinvolgimento trepidante offerto dall’altro grande candidato all’Oscar, Boyhood di Richard Linklater.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Iñárritu si è presentato sabato sera 7 febbraio alla cerimonia dei premi DGA, presso Hyatt Regency Century Plaza Hotel a Los Angeles indossando una camicia appartenuta allo scrittore Raymond Carver e una cravatta di Billy Wilder, due autori per lui fondamentali. L’abbigliamento certo non è stato casuale, dato che è proprio grazie al racconto di Carver, “What We talk About When We Talk About Love” (“Di cosa parliamo quando parliamo di amore”) che ha potuto realizzare il film.

Dopo aver appreso del premio, Inarritu ha dichiarato: “Non mi aspettavo di essere qui stasera a parlare con voi, mai… sono chiaramente commosso, sono davvero così grato, grato, grato”.

[Leggi anche: "Citizenfour" di Laura Poitras, il documentario più premiato e celebrato dell'anno]

I giurati hanno scelto Birdman tra alti incredibili e forti candidati: American Sniper di Clint Eastwood, The Imitation Game di Morten Tydlum e Gran Budapest Hotel di Wes Anderson. Ricordiamo che il premio dei registi è basato sul voto di 15.700 membri. Il fatto che abbia vinto Birdman, lo elegge automaticamente a primo candidato per l’Oscar alla regia. 

[Leggi anche:  Alejandro Gonzalez Iñárritu, l'autore di Birdman, ci vela i suoi film preferiti di sempre]

Di seguito gli altri premiati DGA insieme ai diretti candidati.

Lungometraggio
WES ANDERSON
The Grand Budapest Hotel

CLINT EASTWOOD
American Sniper

ALEJANDRO G. IÑÁRRITU
Birdman o (L’inattesa virtù dell’ignoranza) — vincitore

RICHARD LINKLATER
Boyhood

MORTEN TYLDUM
The Imitation Game

Serie drammatiche
DAN ATTIAS
Homeland, “13 Hours in Islamabad”

JODIE FOSTER
House of Cards, “Chapter 22″

CARY JOJI FUKUNAGA
True Detective, “Who Goes There”

LESLI LINKA GLATTER
Homeland, “From A to B and Back Again” — vincitore

ALEX GRAVES
Game of Thrones, “The Children”

Serie commedie
LOUIS C.K.
Louie, “Elevator: Part 6″

JODIE FOSTER
Orange is the New Black, “Thirsty Bird”

MIKE JUDGE
Silicon Valley, “Minimum Viable Product”

GAIL MANCUSO
Modern Family, “Vegas”

JILL SOLOWAY
Transparent, “Best New Girl” — vincitore

Miniserie e film tv
ROB ASHFORD (Regia)
GLENN WEISS (Live Television Regia)
Peter Pan Live!

LISA CHOLODENKO
Olive Kitteridge  — vincitrice

ULI EDEL
Houdini

RYAN MURPHY
The Normal Heart

MICHAEL WILSON
The Trip to Bountiful

Programmi di varietà, news e sport
PAUL G. CASEY
Real Time With Bill Maher, “#1226″

DAVE DIOMEDI
The Tonight Show Starring Jimmy Fallon, “Episode #1″ —vincitore

JIM HOSKINSON
The Colbert Report, “#11040″

DON ROY KING
Saturday Night Live, “Host Jim Carrey/Musical Guest Iggy Azalea”

CHUCK O’NEIL
The Daily Show with Jon Stewart, “OpenCarrying to the Midterms”

Varietà, news e sport – speciali
HAMISH HAMILTON
The 86th Annual Academy Awards

LOUIS J. HORVITZ
The 37th Annual Kennedy Center Honors

DES McANUFF
Billy Crystal: 700 Sundays

RICH RUSSO
Super Bowl XLVIII

GLENN WEISS
The 68th Annual Tony Awards — vincitore

Reality
BERTRAM van MUNSTER
JACK CANNON
ELISE DOGANIERI
The Quest, “One True Hero”

NEIL DeGROOT
The Biggest Loser, “Episode 1613″

STEVE HRYNIEWICZ
Top Chef, “The First Thanksgiving”

ANTHONY B. SACCO
The Chair, “The Test” — vincitore

ADAM VETRI
Steve Austin’s Broken Skull Challenge, “Welcome to the Gun Show”

Programmi per bambini
PAUL HOEN
How to Build A Better Boy

JONATHAN JUDGE
100 Things To Do Before High School, “Pilot” — vincitore

VINCE MARCELLO
American Girl: Isabelle Dances Into The Spotlight

JOEY MAZZARINO
Sesame Street, “4504 Numericon”

AMY SCHATZ
Saving My Tomorrow, “Part 1 and 2″

Pubblicità
NICOLAI FUGLSIG – (MJZ)  – vincitore
Sapeurs, Guinness AMV BBDO
Waiting, FEMA Deutsch NY

LAUREN GREENFIELD – (Chelsea Pictures)
Always #LikeAGirl, Always – Leo Burnett

BRENDAN MALLOY
EMMETT MALLOY – (HSI Productions)
The Huddle, Nike Wieden + Kennedy

DANIEL MERCADANTE
KATINA MERCADANTE – (Epoch Films)
Sports Matter, Dick’s Sporting Goods Anomaly
We Are Not Alone, Facebook Wieden + Kennedy
Big Sister, Facebook Wieden + Kennedy

NOAM MURRO – (Biscuit Filmworks)
Ahead of Their Time, Dodge Wieden + Kennedy Portland
Empty Chair, Guinness BBDO NY

Documentari
DAN KRAUSS
The Kill Team

JOHN MALOOF
CHARLIE SISKEL
Finding Vivian Maier

JESSE MOSS
The Overnighters

LAURA POITRAS
Citizenfour  — vincitore

ORLANDO von EINSIEDEL
Virunga

Categorie generali: 

Facebook Comments Box