Ritratto di Simone Malacarne
Autore Simone Malacarne :: 14 Dicembre 2015

Come ormai sappiamo, la Lionsgate ha dichiarato di voler mandare avanti la saga di "Hunger Games" con dei nuovi prequel. Ma che cosa ne penserà in proposito la protagonista dei film originali, Jennifer Lawrence?

Jennifer Lawrence

La notizia è ormai di qualche giorno fa: dopo l'ennesimo successo di Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 2, la Lionsgate ha capito di non poter rinunciare al celebrato franchise. Così, nonostante i romanzi (tutti scritti da Suzanne Collins) siano finiti, la saga cinematografica andrà comunque avanti con dei prequel, i quali hanno intenzione di raccontare le origini della dittatura a Panem, viaggiando indietro nel tempo per farci conoscere nuovi personaggi, molto tempo prima che Katniss e la sua gang entrassero in scena. 

Una cosa, questa, che ha ovviamente reso perplessi diversi fan particolarmente legati alla fedeltà film/romanzi, e la paura, chiaramente, è che il brand venga mandato avanti solo per inerzia commerciale, senza reali idee da esporre e raccontare. 

A dire la sua, adesso, è direttamente la protagonista dei film originali, Jennifer Lawrence aka Katniss Everdeen aka La Ghiandaia Imitatrice. Dichiara l'attrice a Variety: “Non sarei coinvolta. Credo sia troppo presto. Devono prima lasciar raffreddare il corpo, secondo me”. 

Insomma, J-Law esige tempo, anche se ovviamente il tempo è sempre pericoloso: più si lasciano passare i mesi e gli anni, infatti, e più gli spettatori rischiano di dimenticarsi di Hunger Games. Insomma: se la Lionsgate intende veramente allargare il suo universo cinematografico, probabilmente cercherà di battere il ferro finché è caldo. Lasciare che il corpo si raffreddi? Ma dopo potrebbe non risvegliarsi più nemmeno col più forte degli elettroshock!!

[Leggi anche: Jennifer Lawrence, pronta a esordire come regista in "Project Delirium"]

Uscito meno di un mese fa, ricordiamo che Il canto della rivolta – Parte 2 ha già incassato oltre 560 milioni di dollari, di fronte ad un budget speso di circa 160 milioni. E questa cifra, ovviamente, andrà solamente in crescita nel corso dei prossimi giorni. Normale, allora, che i suoi produttori non vogliano proprio mollare la presa!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box