Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 22 Giugno 2015

Muore a 73 anni, stroncata da un infarto, Laura Antonelli. Durante la sua carriera ha lavorato con autori come Dino Risi, Luchino Visconti, Sergio Corbucci, Mauro Bolognini e Claude Chabrol. Negli ultimi anni, la povertà e la disgrazia

Laura Antonelli

Lutto nel mondo del cinema: stroncata da un infarto, muore a 73 anni Laura Antonelli, che negli anni '70 divenne il sogno erotico di intere generazioni grazie al successo di Malizia, film cult firmato da Salvatore Samperi, dove la donna vestiva i panni di una sexy domestica che seduceva un'intera famiglia. Eppure, ridurre la filmografia della Antonelli a questa pellicola sarebbe decisamente fuorviante, in quanto l'interprete ha poi lavorato con alcuni dei migliori cineasti italiani dell'epoca, da Dino Risi (Sessomatto) a Luigi Comencini (Mio Dio come sono caduta in basso!), passando per Luchino Visconti (L'innocente), Mauro Bolognini (Gran bollito), Luigi Zampa (Letti selvaggi) ed Ettore Scola (Passione d'amore).

Particolarmente noto è anche Venere in pelliccia di Massimo Dallamano, dove la nostra mostrava tutta la sua ipnotica e carismatica bellezza ultraterrena. Due i Globi d'oro vinti durante la sua carriera, a cui si aggiungono poi un David di Donatello e un Nastro d'Argento; non sorprende allora che ad averla voluta è addirittura il maestro della Nouvelle Vague, Claude Chabrol: il film in questione è Trappola per un lupo, in cui la diva ha avuto occasione di recitare a fianco di Jean Paul-Belmondo e Mia Farrow.

Dispiace constatare ancora una volta quanto l'attrice sia caduta in disgrazia durante gli ultimi anni della sua vita. Nel '91, l'arresto per spaccio di stupefacenti, a cui segue l'allontanamento dal cinema e la povertà. Secondo quanto riportato dai giornali, l'attrice viveva di soli 510 euro mensili come pensione, tanto che Lino Banfi ha recentemente lanciato un appello pubblico per aiutarla; ma l'attrice, vuoi per orgoglio o per semplice rassegnazione, rispose così: “Ringrazio Lino Banfi e tutti coloro che si stanno preoccupando di me. Mi farebbe piacere vivere in modo più sereno e dignitoso anche se a me la vita terrena non interessa più. Vorrei essere dimenticata”.

[Leggi anche: Addio a Lilli Carati. Morta a 58 anni un'icona sexy degli anni '70]

Dimenticarla? Impossibile. Con quel volto, con quei film indelebili, con quel magnetico fascino! A rimanerci in mente, una lunga filmografia oggi tutta da riscoprire, tra commedie erotiche e film d'autore dove tuffarsi, seppur con un piglio di tristezza nel cuore. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box