Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 11 Giugno 2015

Non arriverà nelle sale prima della fine dell'anno, ma alcuni fortunatissimi hanno già visto alcune scene di "The Hateful Eight", nuova pellicola di Quentin Tarantino. Tra questi, anche Paul Thomas Anderson, regista di "The Master" e "Magnolia"

Paul Thomas Anderson

The Hateful Eight, nuovo western di Quentin Tarantino, è decisamente uno dei film più attesi della stagione. Merito di un regista rockstar ovviamente, ma anche di un cast che comprende diversi badass del cinema americano come Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Tim Roth, Michael Madsen, Bruce Dern e Demian Bichir. La pellicola non arriverà nelle sale prima della fine dell'anno, ma alcune sue scene sono già state mostrate ad un ristretto pubblico di fortunatissimi, tra cui Paul Thomas Anderson, autore cult di opere come Magnolia, The Master e Il petroliere.

A quanto pare, il cineasta è rimasto folgorato dalle sequenze che ha visto, e più in particolare dal formato 65mm usato da Tarantino per l'occasione. Nel 2012, per The Master, anche Anderson girò in 65mm, ma allora solo una manciata di sale americane aveva le strumentazioni adeguate per proiettare un simile formato, motivo per cui nei cinema rimanenti il film fu invece modificato. Oggi però, i multiplex dovrebbero essere finalmente pronti, e la Weinstein Company ha assicurato, con la collaborazione di Panavision, che almeno 50 sale statunitensi mostreranno The Hateful Eight nella sua versione originale super wide. 

Ora, un portavoce della Panavision, Dan Sasaki, ha rivelato che grazie all'esaltazione per The Hateful, Anderson sembrerebbe nuovamente deciso a girare il suo prossimo progetto in 65mm. Di quale progetto si tratti è ancora avvolto nel mistero, seppur delle voci di corridoio vogliano il cineasta di ritorno con la casa di produzione Annapurna Pictures, già responsabile di The Master, oltre che di pellicole come Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow, Spring Breakers di Harmony Korine, Lei di Spike Jonze, Foxcatcher di Bennett Miller e American Hustle di David O. Russell. Insomma, gente in gamba e che di certo predilige gli autori con la A maiuscola.

[Leggi anche: Lezione di cinema con Paul Thomas Anderson]

Ricordiamo che il precedente film di Anderson, Vizio di forma, fu invece girato in uno standard 35mm e curato dalla Warner Bros. L'opera, adattata da un romanzo di Thomas Pynchon, fu abbastanza apprezzata dalla critica e dagli addetti ai lavori, tanto da essersi guadagnata due candidature agli scorsi Academy Awards.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box