Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 15 Luglio 2015

Giuseppe Tornatore è attualmente al lavoro su "Lo sguardo della musica", documentario interamente dedicato alla vita e all'arte del leggendario compositore Ennio Morricone. L'opera potrebbe essere pronta per Cannes 2016

Ennio Morricone

Un documentario sul maestro Ennio Morricone? Effettivamente, la cosa strana è che nessun regista ci abbia pensato prima d'ora, essendo lui uno dei musicisti più celebri della storia del cinema, vantando una carriera che comprende pellicole come La trilogia del dollaro di Sergio Leone, Gli intoccabili di Brian De Palma, Il mercenario di Sergio Corbucci, Frantic di Roman Polanski, Novecento di Bernardo Bertolucci, Il deserto dei tartari di Valerio Zurlini, La cosa di John Carpenter, La chiave di Tinto Brass e Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore. Sarà proprio quest'ultimo a dirigere il compositore in un docu intitolato Lo sguardo della musica.

Intenzione dell'autore è quello di raccontare non solo il lavoro del leggendario artista, ma anche la sua vita privata. Per farlo, Tornatore utilizzerà diversi filmati di repertorio e interviste inedite, mentre alcuni momenti verranno addirittura ricostruiti in maniera fittizia. 2,7 milioni di euro il budget messo in campo, tirati fuori dalla Piano B Produzioni e dalla Mandragora Group di Bobby Păunescu, già precedentemente curatrice di altre opere pluripremiate come Oltre le colline di Cristian Mungiu, Diaz – Non pulire questo sangue di Daniele Vicari e La morte del signor Lazarescu di Cristi Puiu. Secondo quanto dichiarato a Film New Europe, lo staff spera di riuscire a finire in tempo per il Festival di Cannes 2016, in modo da garantirsi un'anteprima mondiale nella prestigiosa Croisette.

[Leggi anche: Ennio Morricone: "Rimpiango di aver detto no a Clint Eastwood, l'ho fatto per Leone"]

Insomma, Tornatore si mantiene più attivo che mai. Ricordiamo, infatti, che il regista ha appena concluso le riprese di La corrispondenza, sua nuova escursione nel cinema internazionale che vanterà un cast formato, tra gli altri, da Jeremy Irons, Olga Kurylenko e Shauna Macdonald. Girato tra Edimburgo e il Trentino Alto Adige, protagonista delle vicende sarà una giovane donna immersa nei sensi di colpa per la scomparsa del suo grande amore; così, per distrarsi, passa le giornate come controfigura per il cinema e la televisione. Attualmente in post-produzione, la pellicola potrebbe essere pronta per l'imminente Festival di Venezia, o, cosa più probabile, per Toronto. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box