Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 21 Dicembre 2014

Morricone dichiara alla BBC di nutrire ancora dei rimpianti per non aver mai accettato di comporre musica per i film di Clint Eastwood, che nel 2007 gli consegnò l'Oscar alla carriera. Il compositore ha sempre rifiutato per rispetto di Leone

Morricone e Eastwood

Ennio Morricone ha dichiarato alla BBC di aver rimpianto la sua scelta di non comporre musica per i film diretti da Clint Eastwood. Il compositore e l'attore si conobbero sui set della trilogia di Sergio Leone, proprio per rispetto del quale Morricone ha sempre declinato le proposte dell'uomo con lo sguardo glaciale divenuto uno dei registi più rispettati di Hollywood.

"Ho perso una grande opportunità e mi dispiace davvero", queste le parole del musicista, che non ha mai lasciato Roma nonostante le collaborazioni con le produzioni americane; "sono stato tentato, più volte mi hanno invitato a vivere a Hollywood, ma sto meglio qui. E quando Clint mi ha chiamato, ho detto no per rispetto a Sergio Leone, non perché non mi piacevano i film che girava".

La storica collaborazione con Leone iniziò dopo 25 anni dai tempi della scuola che i due frequentavano insieme, ma tale fu il lasso di tempo prima di lavorare finalmente fianco a fianco in Per un pugno di dollari nel 1964. L'idea di Morricone sulla loro carriera insieme: "Gradualmente, con il passare del tempo, lui come regista e io come compositore, siamo migliorati e abbiamo raggiunto il nostro meglio, secondo me, in C'era una volta in America".

[Leggi anche: "Best Score": i migliori temi musicali e colonne sonore dei film]

La coppia proseguì il sodalizio con C'era una volta il West e Giù la testa, l'ultimo western di Leone. Morricone ricorda che essere compositore è un mestiere difficile e, ogni volta che si concentra su un pezzo, inevitabilmente si preoccupa: "Ci sono delle idee che arrivano all'improviso, ma la maggioranza arriva dopo".

Il compositore ha ricevuto 56 premi per le sue colonne sonore: tra le sue più memorabili figurano The Mission di Roland Joffe, Kill Bill di Tarantino, I giorni del cielo di Malick e Gli intoccabili di De Palma. Nel 2007 il compositore venne premiato con un Oscar alla carriera consegnatogli proprio da Clint Eastwood, per "i suoi magnifici e vari contributi all'arte della musica". Dopo aver dedicato il premio alla moglie, Morricone si dichiarava pronto a una nuova reincarnazione nel mondo dello score, dimostrando un'attività mai spentasi e che lo ha portato a comporre più di 520 colonne sonore.

Chissà, un ripensamento potrebbe vederlo al fianco di Clint Eastwood.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box